Assist Storie di Basket

Bocciato in tv, piaciuto alla gente del basket: il derby d’Italia è comunque un segnale

I record di Belinelli e Messina, le novità in arrivo da Bugliano: va bene ogni firma di resistenza al Covid

Luca Corsolini
06.01.2022 11:16


La speranza, mettendosi ieri davanti alla tv ( anche perché come mi ha fatto notare Angelo Costa  ci fossimo messi dietro non avremmo avuto un grande spazio ), era quella di essere in tanti, una tribù felice come al tempo di Serbia-Italia dell'estate scorsa, radunata per la partita di tutti, Olimpia-Virtus, non solo l'ennesimo atto della sfida Armani-Segafredo

 

Il responso dell'Auditel è una doccia gelata: una partita bella, bella anche per i non addetti ai lavori per i tanti momenti da highlights che ci sono stati, ha avuto 256 mila spettatori, per il 2% di share, un dato probabilmente abbassato dai supplementari che sono stati la ciliegina su una torta con tanti record, la vittoria numero 400 di Messina, la gara di tiro da tre contro la difesa vinta da Belinelli. Quindi, inutile deprimersi, meglio notare piuttosto che un tg sportivo aveva avuto poche ore prima oltre 800 mila spettatori, da qui il suggerimento di un impegno maggiore di tutti per trovare spazio nelle news e non solo nei live, smettendola di nascondere tra una partita e l'altra allenatori e giocatori, impegnandoli a raccontare e a raccontarsi. Tante briciole di pane serviranno per far  (ri) trovare la strada di casa al grande pubblico, che intanto dobbiamo smettere di trascurare pensando di doverci occupare solo di capienza: il Covid ha cambiato, sta cambiando e ancora cambierà tutto.

La partita di ieri è stata una vacanza, la realtà è un'altra: domani Milano, rinviate già due partite, torna a giocare in Eurolega, e la sua è l'unica gara sopravvissuta in un turno saltato quasi dappertutto per Covid. E Brindisi, come l'anno scorso, appena tornata da Israele ha contato 11 contagiati ...

in mezzo a tanta malinconia, un raggio di sole. È nata la Pallacanestro Bugliano, non semplicemente una squadra, un manifesto di resistenza cestistica , a cominciare dall'ingaggio di Giovanni Stocchino, fate attenzione al nome, per proseguire con altri progetti che dimostrano che la creatività abita ancora sotto canestro. Insomma, yes , we can. In pochi giorni, più di 3 mila persone hanno detto con la forza rivoluzionaria di un like che questa è la loro squadra, non il solito fenomeno social ma una precisa idea di basket. Adesso bisogna agganciare gli altri 250 mila per dare la spinta a un movimento in difficoltà. Magari per la tv siamo ancora pochi, ma se facciamo partire un censimento sui social possiamo scoprire di essere tanti di più. Soprattutto, possiamo realizzare di essere meglio. Senza aver chiesto il permesso, giro a tutti per complicità l'indirizzo a cui scrivere per dichiarare la propria disponibilità: [email protected]

 

Stipendi ciclisti 2022, la top 20 dei più pagati: Pogacar il paperone del gruppo, bene Nibali
"De Laurentiis ha chiamato Speranza per far sospendere la Serie A per un mese": la clamorosa indiscrezione di Bargiggia