Ravezzani, Rebic e Serra
Serie A

Ravezzani sentenzia: “Serra voleva aiutare il Milan, l’errore di Sacchi a Monza è più grave”

Il giornalista sportivo ha confrontato i due episodi durante l’ultima puntata di Top Calcio 24

Francesco Rossi
10.01.2023 05:00

Il giornalista sportivo Fabio Ravezzani ha messo a confronto gli errori arbitrali dei direttori di gara Serra e Sacchi, per quanto concerne i match Milan Spezia 1-2 della passata stagione e Monza-Inter 2-2 di qualche giorno fa. Entrambi i match hanno scatenato delle feroci polemiche per l’annullamento dei gol di Messias e Acerbi. Ecco le parole di Ravezzani rilasciate a Top Calcio 24 su Telelombardia, raccolte per voi da Il Pallone Gonfiato
 

Serra da una punizione in favore del Milan per la fretta di aiutare il Milan, cioè il Milan era in una situazione angosciante, attaccando sull’1-1. C’è un fallo al limite dell’area e Serra da immediatamente la punizione. Perché? Perché partecipa a questo momento in cui il Milan freneticamente attacca, per cui fallo e punizione dal limite. Gran Bella punizione. Poi dopo il fischio - afferma Ravezzani - la palla arriva a Messias che si coordina e segna. Il portiere è fermo e non l’avrebbe presa comunque, ma Messias quando tira ha già sentito il fischio. Quindi c’è già una situazione molto particolare. Errore molto grave, avrebbe dovuto far proseguire ma ha avuto fretta di dare punizione al Milan. Più grave invece quello che fa Sacchi: commette un primo errore perché da una punizione che io non avrei dato, quella punizione per il fallo di Mkhitaryan che forse gli rimane nella testa. Mkhitaryan secondo me si lascia cadere per approfittare un po’ della situazione. Io quella punizione per essere chiaro, non l’avrei data. Dopodiché Sacchi fischia. Fallo di confusione? Il fallo di confusione si può dare in tanti modi, perchè tante mezze spinte ci sono. La sfortuna di Sacchi, anche lui in buona fede com’era Serra, è che la palla finisce in un’azione curiosamente limpidissima, perché io sono andato a vedere se magari c’era qualcuno che aveva spinto e che Sacchi si riferiva a quello lì. Non c’è nulla di strano, non c’è maglietta tirata, non c’è un piccolo sbilanciamento. Non c’è nulla e il colpo di testa è immediatamente dopo il fischio“
 

“A quel punto non puoi neanche dire che il portiere del Monza, De Gregorio, si sia fermato perché non ha sentito il fischio. Quindi paragonando i due episodi per la loro dinamica, sono tutti e due errori gravi, ma è molto più grave quello di Sacchi (...). Filosoficamente Serra sbaglia perché vuole aiutare il Milan, sostenerlo. C’è un fallo e gli da una punizione dal limite. Sacchi sbaglia perché nel dubbio, toglie una palla in area di rigore che era favorevole all’Inter, anche qui in buona fede. Il percorso mentale è totalmente l’opposto. Serra fischia un fallo che c’è, Sacchi fischia un fallo che non c’è e mi volete dire - conclude il giornalista - che è più grave l’errore di Serra?”

Vlahovic per il futuro della Juve, il dubbio di Chirico: "E' davvero giusto per questa squadra o era meglio far rinnovare Dybala?"
Paolino provoca Cassano: “Godo nel vederlo soffrire per una Juventus seconda nonostante Allegri”