Paul Pogba (ph. social)
Serie A

Pogba, domani il consulto con il luminare Sonnery-Cottet: tifosi in ansia e imbufaliti contro la società

Domani giorno decisivo per il centrocampista francese che conoscerà i tempi di recupero dell'infortunio. Intanto i tifosi furiosi con il club

Andrea Riva
01.08.2022 20:45

Non è cominciata nel migliore dei modi la stagione del “figliol prodigo” Paul Pogba che ha riportato una lesione al menisco esterno del ginocchio destro, durante la tournee americana. Domani per il francese ci sarà il consulto decisivo con il luminare Sonnery-Cottet che sarà decisivo anche per la società per il mercato di agosto.

Sono tre gli scenari possibili: la terapia conservativa, la meniscectomia e l’intervento di sutura, in ordine crescente di tempo di recupero. Per il tipo di lesione, la prima opzione sembra di difficile attuazione perchè se da un lato permetterebbe al giocatore di tornare prima in campo, non risolverebbe del tutto il problema con parecchie incognite nei mesi futuri.

Con la meniscectomia ci sarebbe rimozione del pezzo di menisco lesionato consentendo al classe '93 di rientrare entro inizio ottobre, ma anche in questo caso ci potrebbero essere delle complicazioni cartilaginee. Dunque solo l'intervento di sutura, ovvero la cucitura della zona di lesione del menisco, garantirebbe la guarigione, ma questa opzione comprometterebbe buona parte della stagione, con uno stop dai tre ai cinque mesi, costringendolo a dover dare forfait per i Mondiali in Qatar, ipotesi che in questo momento non sembra voler prendere proprio in considerazione.

Intanto i tifosi sono imbufaliti con la società per averlo riportato a Torino nonostante in questi anni al Manchester United abbia saltato parecchie partite per motivi fisici e con un rendimento altalenante; altri invece ce l'hanno con lo staff medico visto che inizialmente era stato detto che era una cosa di poco conto e dopo una settimana ancora non si sa come ci si deve comportare. Infine molte critiche perchè si continua a prendere i parametri zero con giocatori spesso bolliti, invece di investire su giocatori giovani.

Cassano: "Sapete cosa mi dicevano le donne? Il calcio fa miracoli"
La classifica delle maglie più costose d’Italia e d'Europa: ecco chi comanda le liste