Inter e Genoa, in queste settimane, stanno tessendo un filo conduttore per quanto riguarda i trasferimenti di qualche calciatore. In primis, la trattativa di mercato che riguarda il portiere spagnolo, Josep Martinez, che nella giornata di domani svolgerà le visite mediche e firmerà il suo contratto con i nerazzurri. Al Genoa dovrebbe andare la cifra di 13 milioni di euro altri due di bonus aggiuntivi.

Beppe Marotta
Marotta Inter

Ma l'ex Lipsia non è l'unico profilo su cui le due società stanno ragionando. Infatti, le due società sono in contatto anche per l'attaccante islandese dei liguri, Albert Gudmunsson. Il giocatore è stato indicato da Simone Inzaghi come completamento perfetto per l'attacco dei nerazzurri. Ma la trattativa non è semplice ed anche la concorrenza si sta iniziando ad inserire.

Nelle giornata di oggi, il presidente del Genoa, Zangrillo, intervenuto all'evento ‘Incontri d’Estate', ha parlato proprio del proprio numero 11. Il numero uno genoano non ha mancato di lanciare una stoccata al presidente e CEO Sport nerazzurro, Beppe Marotta. Di seguito, le parole di Zangrillo.

Inter, Gudmunsson piace tantissimo. Ma Zangrillo frena gli animi e manda un messaggio ai nerazzurri

Inter e Genoa, come anticipato, stanno parlando di Gudmunsson, anche se una vera e propria trattativa non è ancora partita tra le due società. Ma il presidente Zangrillo, come riportato dal sito Calciomercato.com, non ha mancato di lanciare una frecciata al collega Beppe Marotta. Ecco le sue parole:

"Il calcio, mi ha insegnato Galliani, é crudele. Penso che il Genoa debba ritornare dove manca da tanto tempo. Per farlo ci vuole un consolidamento economico che consenta di poter usufruire di una rosa che ha un valore che tu gestisci, che tu controlli, di cui tu sei padrone".

Albert Gudmunsson
Albert Gudmundsson (ph. Image Sport)

Zangrillo, poi, ha continuato: 

"E che quindi ti consenta di dire di no al signor Marotta quando vorrebbe che tu gli regalassi Gudmundsson, e lo dico all’amico Beppe senza nessun tipo di malignità. Lo dico perché so che all’Inter piace Gudmundsson e io ho detto che spero che lui possa sognare e continuare a sognare. Però il Genoa deve essere padrone di se stesso: se vende Martinez è perché pensa di poterselo permettere, perché arriva un altro Martinez o meglio di lui, e se va via Gudmundsson, come è andato via Dragusin abbiamo visto che abbiamo fatto ancora meglio”. 

Insomma, la trattativa per i nerazzurri sembra tutt'altro che una passeggiata e questo messaggio del presidente dei rossoblù sembra essere molto indicativo in questo senso. 

Inter-Gudmunsson, trattativa complicata: ecco cosa frena l'affare

Gudmunsson è l'oggetto del desiderio della squadra nerazzurra per quanto riguarda l'attacco. Il giocatore, dopo una grande stagione con la maglia del Genoa, piace tantissimo alla società di viale della Liberazione che vorrebbe provare a portarlo a Milano. E ci sono alcuni fattori, oltre alle parole sopra riportate, che frenano ulteriormente l'affare tra le parti.

In primis, l'affollamento in attacco. Infatti, oltre a Lautaro, Thuram e Taremi, i nerazzurri hanno in rosa anche Marko Arnautovic e Joaquin Correa. Ma se il Tucu, in qualche modo, verrà ceduto, più complicata è la situazione dell'austriaco. Il giocatore ha affermato a gran voce di voler rimanere a Milano la prossima stagione e di voler rispettare il suo ultimo anno di contratto.

Marko Arnautovic
Arnautovic Inter

Oltre a ciò, servirebbe anche un base economica su cui imbastire la trattativa. La valutazione di 30 milioni spaventa i nerazzurri che, a questo punto, potrebbero decidere di cedere il giovane Valentin Carboni per provare ad arrivare a quella cifra. Vedremo cosa accadrà nelle prossime settimane. Ma l'interesse per Gudmunsson da parte dell'Inter sta vedendo delle complicazioni.

 


 

Temptation Island 2024, anticipazioni del 24 luglio: dalle lacrime di Raul al ritorno di Lino
Sabatini: "Di Lorenzo è il meno colpevole. Gravina fa ciò che può. Ma quel Campione di Euro 2020 dove è finito?"

💬 Commenti