Maietta
Bologna Fc 1909

Maietta: "Verona-Bologna? Sono molto legato a entrambe. Mihajlovic? Fase difensiva da rivedere"

L'ex difensore di Verona e Bologna ha presentato la sfida di stasera ai microfoni di BolognaSportNews

Giuseppe Biscotti
21.01.2022 11:09

Stasera si gioca Verona-Bologna, una partita molto cara a Domenico Maietta. L'ex difensore e ora team manager dell'Empoli ha parlato del match in programma al Bentegodi in un'intervista esclusiva a BolognaSportNews: “Nei miei confronti c’è stato tanto affetto da entrambe le parti e questo mi ha gratificato molto. Vuol dire che ho dato tanto e ho onorato le maglie fino alla fine, nel miglior modo possibile. Non sempre sono andato bene, ma l’impegno da parte mia non è mai mancato. La spinta dei tifosi mi spingeva ogni volta a dare il massimo anche in condizioni precarie. Con loro ho vinto tanto e anche in momenti molto difficili, ma colleziono bei ricordi. Queste due tifoserie hanno una passione sfrenata, che non scende a compromessi con altre realtà. Mi sono legato molto a loro, per come mi hanno stimato e apprezzato”. 

LEGGI ANCHE: Chi vincerà lo scudetto? La classifica finale della Serie A 2021/22 secondo l'algoritmo americano 

Maietta ha commentato anche il cambio di modulo operato da Mihajlovic dopo il match contro l'Empoli: “Fu una partita giocata male, una sconfitta che è valsa un cambiamento. A volte si deve fare degli stravolgimenti se le cose non vanno. Se hai giocatori che non sono da 4-2-3-1, è giusto modificare il modulo. Le ultime partite nemmeno le considero. A Cagliari sono andati senza allenarsi, non hanno meritato di perdere e arrivavano alla gara con una condizione fisica precaria. Sono stati mandati in campo dopo una settimana di stop: non capisco la scelta della Figc. La squadra ha fatto bene, ha retto un’ora poi è crollata. I punti di forza sono il palleggio, il costruire e cercare sempre il movimento giusto, ma soprattutto il gruppo. Si vede che è una squadra allenata come si deve. Gli errori tecnici ci stanno, perché sbagliano tutti. Forse la fase difensiva a volte lascia un po’ a desiderare. Contro le big ci sta giocarsela a viso aperto, ma a volte bisogna sapersi anche tutelare e capire quando devi coprirti".

(Leggi l'intervista completa qui)

Che squadra tifa Adani? Il commentatore ha due passioni: ecco quali!
Tardelli: "Dybala? Ripicche inutili. La Juventus ha bisogno di un leader"