Domani si aprirà ufficialmente il calciomercato estivo e il Milan vuole approfittare della cosa per centrare uno dei primi obiettivi della lista. Le priorità sono concentrate nella ricerca di una punta centrale che possa sostituire Olivier Giroud e prendere la sua eredità, ma si vuole regalare una rosa il più completa possibile al nuovo tecnico Paulo Fonseca.

Da tempo i rossoneri hanno trovato l'accordo con l'asso del Bologna Joshua Zirkzee, che però ha rimandato ogni questione relativa al suo futuro al termine degli Europei, dove é impegnato con l'Olanda che martedì 2 luglio affronterà la Romania negli ottavi di finale. L'attaccante é stato tra i protagonisti della cavalcata che ha portato i felsinei in Champions League con 11 gol e 4 assist in 34 partite, vedendo aumentare il suo valore di mercato. Ma c'é da fare i conti col Manchester United e con la questione delle commissioni.

Milan, frenata per Zirkzee

L'inizio del calciomercato alla mezzanotte di domani permetterebbe al Milan di pagare la clausola rescissoria di 40 milioni di euro al Bologna, per portare Zirkzee in rossonero. Se c'é già la cifra esatta e c'é l'accordo tra giocatore e società, cosa impedisce la chiusura della trattativa? le richieste del suo agente Kia Joorabchian che vorrebbe vedersi corrisposta una commissione di 15 milioni di euro. Si continua a trattare per tentare di abbassare le pretese.

Joshua Zirkzee (ph. Image Sport)

Milan, insidia dalla Premier per Zirkzee

I prossimi 15 giorni potrebbero risultare decisivi per il futuro del classe 2001. Il pagamento della clausola rescissoria e un accordo col suo agente chiuderebbero il discorso ma c'é da registrare il forte inserimento del Manchester United nella persona del suo tecnico Erik ten Hag, che avrebbe corteggiato Zirkzee tentando di convincerlo sulla bontà del progetto tecnico dei Red Devils e ad approdare in Premier League.

LEGGI ANCHE: Biasin su Lukaku: "Si era proposto al Milan già nei giorni precedenti alla finale di Champions"   

Bruno rivela: "Vialli? Lo menavo ma mi disarmava. Di Canio? Un gran cacacazzi, piagnucolava..."
Il Cagliari ragiona in grande: il presidente Giulini sceglie un ex Real Madrid

💬 Commenti