Massimo Brambati (ph.Web)
Calciomercato

Brambati punge Allegri: "Delusione Juventus, fossi in lui sarei in imbarazzo"

Massimo Bramanbati in un'intervista radiofonica parla del mercato delle squadre italiane soffermandosi in modo particolare su quello della Juventus

Serena Baldi
08.08.2022 16:04

A TMW Radio, durante Maracanà, è arrivato il momento dell'ex calciatore e procuratore Massimo Brambati. Ecco le sue dichiarazioni, come riportato dai colleghi di TuttoMercatoWeb:

Milan e Roma sembrano essere messe meglio: lo condivide?
"Mai visto una roba del genere, parlo della Juve. Sarei imbarazzato se fossi il tecnico dei bianconeri. Prima della partita ha detto che la società ha operato bene sul mercato e poi ha detto 'questi siamo'. Dov'è la verità allora? Poi si è pure fatto male il portiere. Io credo che il Milan sia favorito per lo Scudetto. Sta programmando bene, non sta sfaldando il gruppo che ha costruito. Poi c'è l'entusiasmo di aver appena vinto, che potrebbe essere trasformato in entusiasmo ulteriore e non in pressione. La grandissima delusione è la Juve, la grandissima sorpresa è la Roma, mentre l'Inter non so. Il mercato finisce a fine agosto e ancora non ho capito quale sarà la squadra. Skriniar può cambiare qualcosa, oggi sembra tornato sul mercato. Dovesse andare via, fatichi a sostituirlo".

C'è il Tottenham su Zaniolo?
"So che mercoledì scorso le società e che l'intenzione era uno scambio con Dembelè. Adesso però non so. Ho visto il Tottenham, magari qualcuno della Juve vede che Kulusevski corre il doppio e bene. Prima correva tanto e male. Adesso è un giocatore trasformato. Non riesco a capire se certi dirigenti guardano a queste cose o no. E non parlo solo di Cherubini e Arrivabene, ma anche della proprietà".

Raspadori vicino al Napoli:
"Il Napoli si è indebolito. La perdita di Koulibaly e Insigne, anche in termini di esperienza si sente. Mi fido però del lavoro di Spalletti, mi auguro che sia lui a fare la differenza".

Che vuole aggiungere sulla Juventus?
"Se prendi Allegri non puoi dargli Rovella, Miretti, Fagioli, che devono crescere. Devi prendere Bremer, Di Maria, Pogba, ma più elementi di questo tipo. Si è trovato per le mani giocatori, parecchi, non da Juve. I dirigenti si stanno facendo prendere per il collo sul mercato. Non puoi far vedere che la Juve è corta in attacco, perché ti manca una punta. Non puoi arrivare all'inizio del campionato senza l'organico al collo. Così sul mercato ti tirano il collo. In questo modo Morata non te lo do più a 20 ma a 30".

Il Milan deve per forza sostituire Kessiè?
"Il Milan per me parte in prima fila da solo, non c'è vicino neanche l'Inter. Stanno lavorando bene perché lavorano col mirino e non stanno facendo danni a livello di gruppo, pieno di giovani ed entusiasmo".

LEGGI ANCHE: Moggi intervista Giorgio Panariello: "Il Milan è in mano a gente che conosce il calcio. Maldini e Massara..."

 

 

Sacchi, frecciata a Inter e Juventus: "Vincere con i debiti è come barare. Milan eccezionale rispettando le regole"
Scanzi punge DAZN: “Inaccettabile non vedere le partite, a Sky non succedeva”