Recoba - Twitter
Calcio

Recoba racconta: "Che assist a Ivan contro il Milan. Il mio più grande rammarico all'Inter è..."

Alvaro Recoba racconta alcuni momenti in maglia nerazzurra e anche il suo più grande rammarico.

Andrea Milano
13.11.2022 16:29

Alvaro Recoba ha giocato per molte stagioni in Italia e con la maglia nerazzurra dell'Inter. Tanti gli episodi da raccontare per uno dei sinistri più forti in assoluto. Recoba racconta dell'assist in un derby e del suo più grande rimpianto con la maglia dell'Inter. In totale otto le stagioni in nerazzurro per l'uruguaiano che ha collezionato 166 presenze e realizzato 50 gol.

LEGGI ANCHE: Adriano l'Imperatore e le sue follie, ecco quanto ha speso per una donna. E ora è sposato...

Recoba ed giocatore Inter

Recoba racconta gli episodi in maglia nerazzurra

Le parole di Recoba che racconta due episodi in particolare:

“Ricordo quell'assist a Ivan contro il Milan: fu la decisione giusta passare il pallone, anche perché avevo la palla sul destro che non era il mio piede. Fu il 2-0 dopo il gol di Di Biagio. Quando arrivai all'Inter ero piccolo ed entrai in uno spogliatoio con i migliori al mondo: da Ivan a Simeone, poi Bergomi, Ronaldo, Djorkaeff, Pagliuca... Era incredibile pensare di essere arrivato lì, è qualcosa che se mi fosse stato detto quando ero un bambino non ci avrei creduto. Poi trovai anche tanti sudamericani, e questo mi facilitò l'inserimento. Zamorano aveva una facilità estrema nel segnare, una qualità che gli avrei voluto rubare. A me mancava soprattutto quando ero più giovane, questa ferocia di cercare la via della rete a ogni costo. Il rammarico è non essere entrato in campo nemmeno per 5 minuti nella finale di Coppa Uefa vinta contro la Lazio, nella quale Zamorano segnò un golazo. Ero convinto di entrare nel finale e invece non successe, in ogni caso fu una serata splendida, eravamo tutti contentissimi”.

Bargiggia contro Lautaro: "Sento puzza di gossip. Improvvisazione e tanto altro..."
Diletta Leotta su DAZN: "Il palinsesto tra nuovi contenuti e amichevoli è davvero ricco. Chi mi diverte di più? Ciro Ferrara. L'amore..."