L’operato del VAR durante l’anticipo serale della 10ma giornata, Juventus-Verona, sta facendo altamente discutere sul web. Il giornalista sportivo e noto tifoso bianconero, Marcello Chirico, è letteralmente sbottato nel dopo gara, rilasciando un video al vetriolo contro la tecnologia in campo avversa - a suo dire - nei confronti della Juventus. 

 

Le rivelazioni di Chirico sull’introduzione del VAR in Serie A

Ecco il suo tweet al vetriolo e un estratto della sua riflessione del suo videomessaggio per ilbianconero.com, raccolto da Il Pallone Gonfiato

Ad un certo punto non si è capito se l'avversario da battere per la Juventus fosse il Verona o Il VAR. Poi però è stato chiaro: era l'arnese tecnologico, utilizzato da dei manovali in malafede #JuventusVerona #JuveVerona“

La Juventus ha lottato contro un nemico: il VAR. Non me lo toglie dalla testa nessuno che il VAR, peraltro introdotto da un presidente della FIGC interista, è stato introdotto solo per penalizzare determinate squadre, in particolare una squadra perché non è possibile assistere come stasera allo show totale del VAR. Poi devo anche sentirmi su DAZN, l’esperto del VAR che ogni cosa era fatta giusta. Io mi chiedo: ma si può annullare un gol per una cosa del genere? (mostra rete millimetrica annullata a Kean, ndr). Per un tacchetto? Che poi dipende sempre come fermo l’immagine, con tra l’altro Kean che sta andando incontro al pallone, nemmeno verso la porta e tu me lo annulli? Qui veramente è inutile pensare che bisogna essere precisi, che c’è la tecnologia, fuorigioco semi automatico…e quindi va tutto bene. No, non va bene. 
 

“Questa è una presa per i fondelli perché gli occhi ce l’abbiamo tutti, l’intelligenza ce l’abbiamo tutti e lo facciamo andare il cervello a differenza di quello che credono all’AIA, in Federazione o i sapientoni del calcio. Noi abbiamo gli occhi e guardiamo le cose, una roba del genere è disumana. Non è possibile annullare un gol dopo un’azione del genere, tu rovini il calcio. Tu hai deciso perché e scusate il termine: gli arbitri si devono parare il fondoschiena, perché la loro paura è solo quella. Guai soprattutto favorire alcune squadre, soprattutto una in particolare che non va favorita”

Chirico
Il giornalista Marcello Chirico

Lo sfogo finale del giornalista di fede bianconera 

Il giornalista ha poi proseguito: “Allora mi devo parare il fondoschiena e vado a vedere con la lente, col microscopio vado a vedere se c’è il tacchettò in fuorigioco. Lo faccio apposta. Poi sono in malafede perché lo stesso esperto di VAR a DAZN dice che Kean sta prendendo la posizione, però il fallo è evidente perché tocca…vabbè, in conto è dare una gomitata, uno schiaffo all’avversario e allora dici ‘beh, evidentemente hai fatto fallo’ ma se tu stesso dici che sta prendendo la posizione dato che neanche guarda la faccia di dove la mette Faraoni, sei in malafede siete tutti in malafede. Siete una categoria in malafede. Stavate orientando la partita, il VAR stava orientando la partita e così non solo falsi la partita che la Juve meritava di vincere con 30 tiri, 2 gol annullati e un possibile rigore dove non vai nemmeno a fare il check, quando c’era anche un calcio di rigore possibile. Tu VAR la stavi per far pareggiare e dietro al VAR ci sono tutti quelli che ho nominato. Voi volevate farla pareggiare questa partita, perché la Juventus da fastidio prima in classifica. Invece vi meritate che la Juventus l’abbia anche vinta questa partita: 1-0 al 96’ minuto meritatamente. Ora la guardate tutti li stasera, voi del VAR, in Federazione e tutti quelli che tifano contro che amano il VAR solo perché penalizza la Juve, non perché è giusto e la tecnologia aiuta e la Juve vi ha fregato”

 

 

Didier Deschamps e il suo attacco all'Italia: "Fu avvantaggiata agli Europei, ecco perché"
Ravezzani distrugge Gatti: "Un bullo come Materazzi e Mancini, colpi insopportabili. Farebbe bene a..."

💬 Commenti