Er Faina contro Gasperini: "È l'allenatore più sopravvalutato dell'era, l'Atalanta esce perché lui si crede Zeus. Muriel..."
Serie A

Er Faina spara a zero su Gasperini: "Non è un vincente, l'Atalanta non alzerà nemmeno una Coppa Italia con lui. Muriel..." (VIDEO)

Nel consueto appuntamento del Sabato sera su OCW SPORT, Er Faina ha espresso la propria opinione su Gasperini e l'Atalanta.

Alessandro Pallotta
19.12.2021 13:28

Nel consueto appuntamento serale su OCW Sport, Damiano 'Er Faina', ha espresso la propria opinione su Gasperini e sull'Atalanta, uscita sconfitta nel match casalingo contro la Roma (1-4). 

Ecco quanto affermato da Er Faina:

Oggi quando vedevo la conferenza dicevo: “Guarda questo si sta attaccando al fumo della pipa”. Gasperini non è un vincente. Io le testate giornalistiche le leggo e l'altra settimana dicevano: “Atalanta da scudetto, c'è anche la dea, Gasperini bussa alla lotta scudetto”… non vincerà mai un caz*o Gasperini lo capite? Perché non è un vincente, non capisce le partite, non le legge. Gasperini dal 2018 ad oggi ha preso dodici goal nei primi cinque minuti delle partite in casa (…) L'Atalanta non vincerà neanche una Coppa Italia se rimane Gasperini, perché questo allenatore si crede Carlo Ancelotti, si ritiene Arrigo Sacchi, è uno spocchioso e una persona che si sente arrivata ok? Perché un allenatore che prende tutti questi goal nei primi cinque minuti, tiene la squadra alta, dopo un minuto e mezzo fa la stessa fine del Villarreal. Al 32esimo scopre che Muriel, il più forte che ha in squadra, non lo fa giocare perché lui c'ha litigato. Ma un allenatore del genere è un vincente o no? Ve lo dico io, non lo è. Basta con questa favola Atalanta: è una buona squadra che lotta per la Champions League, punto. Non voglio più sentire la parola scudetto affibbiata all'Atalanta. Gasperini è un buon allenatore, che fa crescere i giovani e diventare bravi calciatori sconosciuti ma non è un vincente, è un'emerita testa di ca**o, punto. 

LEGGI ANCHE: Er Faina contro Gasperini: "È l'allenatore più sopravvalutato dell'era, l'Atalanta esce perché lui si crede Zeus"

 

Il retroscena di Cassano: "Sono stato un cretino. Avevo una panza enorme e giocavo..."
Fiorentina, furia Vlahovic al momento del cambio: "Non io, dobbiamo vincere"