Serie A

Moggi su Calciopoli: "Volevano che Facchetti stesse zitto: aveva torto marcio e faceva lobbing. Palazzi disse che..."

Luciano Moggi, qualche tempo fa, è tornato sulle questioni di Calciopoli ai microfoni di Juventibus

Davide Roberti
19.10.2022 19:34

Luciano Moggi, ex dirigente della Juventus, è tornato sulle questioni relative allo scandalo di Calciopoli in risposta ad alcune dichiarazioni di Javier Zanetti. Queste le parole di Moggi ai microfoni di Juventibus: "Ora, io dico una cosa: quando mi sono trovato a Milano in Tribunale presso la Corte d’appello e c’era Zanetti a fare il testimone e Moratti, tutti e due hanno detto che avrebbero preferito che Gianfelice Facchetti (il figlio di Giacinto, ex dirigente dell'Inter di quei tempi, ndr) non facesse o dicesse niente. Anche perché aveva torto marcio. Purtroppo, le intercettazioni fanno da testimone. Se volete, vi faccio vedere anche la prima pagina della sentenza della Corte di Appello di Milano 2166 in cui dice che Facchetti faceva lobbing con gli arbitri. E, addirittura, aggiunge che Palazzi disse che l’Inter era la società che rischiava più di tutte per il comportamento illegale del suo presidente".

LEGGI ANCHE: Moggi bacchetta Baggio: “L’ho venduto perché non mi dava retta, ma non fu un dispiacere”

Vessicchio show: “Ad oggi, l’Inter è fallita. Questi sono i fatti: Zhang scapperà in Cina quando…”
Galliani: "Van Basten è l’unico giocatore per cui mi inginocchio ancora. Per me è come Maradona"