Assist Storie di Basket

La nostra vita nell’orizzonte stretto di due padiglioni

Il basket, non solo a Bologna, si è fermato al derby di domenica

Luca Corsolini
22.12.2021 16:35

Il Presidente della LBA Umberto Gandini, in merito alla partita in programma in data 26 dicembre 2021 tra A|X Armani Exchange Milano e Virtus Segafredo Bologna, valida per la 13^ giornata di andata del Campionato di Serie A UnipolSai; preso atto dell’impossibilità di disputare l’anzidetta partita a causa del provvedimento assunto in data odierna dall’ATS Milano che, a seguito di positività riscontrate nel Gruppo Squadra dell’A|X Armani Exchange Milano, ha imposto alla stessa un periodo di quarantena, con possibilità di riprendere l’attività sportiva non prima del 27 dicembre p.v.;tutto ciò considerato,dispone il rinvio della partita medesima. Nei prossimi giorni saranno indicate le modalità di recupero della partita.

Al 33 ci si vaccina, al 37 si gioca

Quello di sopra è il comunicato di martedì della Lba. Non scollegato dall'ultima giornata di campionato. Volevamo tutti il derby. Lo voleva la Fortitudo gasata dalla vittoria su Trieste, lo voleva la Virtus per ribadire, alla faccia degli infortuni, il suo primato cittadino. Lo voleva anche tutto il campionato. Una volta l'Espresso scriveva Capitale corrotta, nazionale infetta. Oggi vorremmo dire Basket City in salute, dunque tutti in forma. Però che l'orizzonte sia meno roseo delle nostre speranze, soprattutto che l'orizzonte delle nostre vite sia più stretto dei desideri non solo di noi baskettari ce lo spiegavano domenica i due padiglioni della Fiera così vicini, il 33 quello dei vaccini, e il 37 quello della Segafredo Arena. Vicini. dunque conviventi, il destino che ci tocca in questo Covid world: non ci liberiamo del virus, dobbiamo imparare a conviverci appunto, e il primo passo è riconoscere questa dolorosa realtà.

Dopo i padiglioni, le tribune

Ha detto Baraldi che i prezzi per il derby erano gli stessi di due anni fa. Il problema è che noi, tutti, non siamo più quelli di due anni fa. Abbiamo risposto al richiamo antico di un rito cittadino, ma non abbiamo riempito neanche il 60% della Segafredo Arena, e i prezzi più che un alibi sono una coperta di Linus che non nasconde i vuoti. Pessimismo, pessimismo esagerato ? Intanto che noi ci divertivamo e ci divertiamo ancora con il derby, cosa succede attorno a noi? In alcuni Paesi gli impianti sportivi sono di nuovo chiusi al pubblico, l'aria che tira dice che presto potrebbe succedere qualcosa del genere anche da noi. Non è davvero solo questione di prezzi.

Un derby bruttino

E'stato, si può dire lasciati passare dei giorni, un derby bruttino. Come si può, forse si deve dire che in questa vita grigia stiamo imparando ad accontentarci. Si scherza con l'immagine di Durham che si volta dall'altra parte per non vedere, lui che ha appena sbagliato due liberi, gli errori di Groselle in lunetta. Si esulta per il gol partita di Teodosic che però nei finali fatica a tenere la squadra nei binari, ovvero manca in quello che dovrebbe essere il suo mestiere principale, avere la squadra in mano e non farla sbandare. Fortuna che ci siamo risparmiati le polemiche per il fallo di Teodosic, perchè avremo reso un martire Lanzarini che invece può vantare il primato di essere il primo arbitro di Bologna di un derby.Facendo l'abitudine al meno peggio, e pure, nel caso della Virtus, facendo l'abitudine agli infortuni, non si riesce nemmeno a collegare la vittoria nei derby alla sconfitta dell'Armani che permette ( oggi dobbiamo dire avrebbe permesso ) un aggancio al primo posto, alla faccia del cammino immacolato in campionato di Milano che si è fermato a Trieste per turn over e numero anche qui esagerato di infortuni ( e parlando di esagerazioni, bisognerebbe sempre spiegare perchè l'Eurolega ha una stagione regolare di 34 partite, con il peccato di hybris, di tracotanza, di sette doppi turni ).

Logica no vax sottocanestro

Battute a parte, non sono diversi dai novax quelli che si stanno impegnando in queste ore che hanno una loro drammaticità ( si è fermata pure Tortona, ci sono problemi in altre squadre, pure la partita della Gevi Napoli con la Reyer è stata rinviata) a immaginare che sia tutto un complotto, che nella migliore delle ipotesi sia un tentativo di Milano di prendere tempo come se gli infortuni di Shields, Mitoglu, Rodriguez e Datome, per non parlare di altri, non fossero seri. La faccenda è che la stessa hybris di cui si macchia l'Eurolega è il nostro peccato di volere e pretendere di essere autonomi dal Covid quando invece è ancora e sempre il virus a dettare i nostri calendari. Ma non a indirizzare i risultati. 

Club più corrotti, la classifica di Benfica TV: presenti quattro italiane, furia tifosi Juventus
Sassuolo-Bologna, 0-2 all'intervallo: al Mapei si esaltano Orsolini e Hickey