Graziano Cesari (Social)
Serie A

Cesari tuona contro la Juve: "Rabiot andava espulso, le cose stanno così"

In Sampdoria-Juventus le polemiche non sono mancate. Ecco le parole di Cesari: "Rabiot doveva andare fuori, è stato graziato. Subito dopo Allegri lo ha sostituito".

Lorenzo Cortellucci
13.03.2022 16:26

Nel pomeriggio di ieri, al Marassi, si sono affrontate Sampdoria e Juventus. I bianconeri, reduci da un periodo più che positivo, hanno portato a casa i tre punti, ma le polemiche non sono mancate. Infatti, in occasione del rigore concesso ai blucerchiati, poi sbagliato da Candreva, i giocatori della Sampdoria hanno protestato fortemente contro l'arbitro, perchè volevano il secondo giallo per Rabiot, già ammonito in precedenza. L'espulsione del francese, avrebbe permesso ai blucerchiati di giocare una buona fetta di partita in superiorità numerica, ma così non è stato. 

Interventuo sul giornale web Primo Canael, l'ex arbitro Cesari ha voluto dire la sua sull'episodio tanto contestato, non risparmiando critiche: “Giustamente Rabiot è stato ammonito dopo l'intervento su Rincon, non poteva raggiungere il pallone e ha calciato solamente la gamba dell'avversario, ammonizione giusta. Stessa cosa vale per il rigore, sull'azione il braccio è molto largo e per questo Rabiot andava ammonito per la seconda volta e quindi meritava l'espulsione. A conferma di questo, Allegri se n'era accorto del rischio corso dal suo giocatore ed infatti lo ha subito sostituito”.

Bonucci e le proteste, Bruno disse di lui: “Vorrei dargli un pugno in faccia, così sta zitto per 5 mesi”
Pessotto a ruota libera: "I più forti con cui ho giocato? Zidane, Del Piero e Montero"