È ancora tesa la situazione in casa Napoli: il testa a testa tra Victor Osimhen e la società partenopea sembra non essere ancora terminato. La vicenda gira attorno ad un video pubblicato dalla società sulla piattaforma di TikTok; vedendo questo video l’attaccante si è sentito preso in giro tanto che ha chiesto la rimozione immediata del contenuto. Nonostante il video sia stato eliminato l’ira della gente del giocatore, Roberto Calenda, non è stata di certo bloccata. Il procuratore si è, infatti, lasciato andare ad un lungo sfogo sul suo profilo Twitter attirando l’attenzione di tutti gli appassionati. 

Il retroscena 

La rabbia del calciatore sarebbe esplosa proprio ieri sera, come raccontato dall’edizione odierna del Corriere dello Sport, dopo aver visto il contenuto. Da qui è derivata la cancellazione del video e le successive minacce di azioni legali del procuratore per tutelare il suo assistito. La situazione sembra essere sempre più complicata dal momento che il nigeriano ha eliminato dai suoi profili social tutte le foto che lo ritraggono con addosso la maglia del Napoli comprese quelle della vittoria dello scudetto. 

Didier Deschamps e il suo attacco all'Italia: "Fu avvantaggiata agli Europei, ecco perché"
Bruno demolisce Balotelli: “Scarso che gira in Ferrari, fortunato che non gioco io sennò…”

💬 Commenti