L'Inter e le storie del calciomercato. Ma anche il Napoli e l'ambizione del club partenopeo. Intrecci, attese, top player contesi. Sono romanzi d'estate, che restano indelebilmente nella memoria dei tifosi.

Si può puntare un calciatore fra i più chiacchierati del mercato, e perderlo per un sorpasso avvenuto in spiaggia. Sì, in spiaggia. E' accaduto davvero stando alla ricostruzione fatta da un diretto protagonista.

Due club di grido e un calciatore conteso. Un mattatore vero, e non solo in Italia. Centinaia di gol e una feroce capacità di aggredire, con talento e colpi balistici, le porte avversarie.

Il sorpasso sorprendente. Prima l'Inter, poi il Napoli: è cambiato tutto

Una spiaggia. Un incontro fra l'agente Fifa, procuratore del top player, e il capo scouting del Napoli. Quel calciatore, però, è già dato virtualmente dell'Inter. Cambierà tutto nel giro di poche ore.

E' stato Anellucci, ex procuratore di Cavani, a chiarire quanto avvenuto sul conto del Matador, ai tempi in cui al Palermo l'uruguayano mise in mostra i suoi muscoli.

Un calciatore in ascesa, pronto - come dimostrerà negli anni a seguire - a impressionare il mondo. Ma chi è Cavani? Inutile anche rimarcare la carriera del centravanti sudamericano.

Oltre cento gol al Psg, poi le esperienze al Manchester United e al Valencia, prima dell'approdo nel teatro sempre suggestivo della Bombonera, in maglia Boca Juniors.

Prima, però, Cavani ha deliziato l'Italia. Al Napoli, in particolare. Com'è andato il trasferimento in azzurro e perché l'Inter non ha ingaggiato il calciatore? La ricostruzione è sorprendente.

Le dichiarazioni che hanno fatto scalpore: in azzurro per un motivo

Cavani già preso - virtualmente - dall'Inter. Anellucci ha spiegato in un'intervista a 1 Station Radio come l'accordo fosse solo da ratificare. D'accordo tutti: anche Mourinho e Javier Zanetti, allora capitano dell'Inter reduce dal super successo in Champions League.

Una settimana per formalizzare qualcosa di noto a tutti e lo stesso calciatore a chiedere informazioni al suo procuratore. Nessuna chiamata, però, da Milano. Poi la virata. 

Anellucci afferma di aver incontrato per caso in un locale Edo De Laurentiis (figlio del patron Aurelio). La proposta: “Perché non prendete Cavani?”. Ancora nessuna risposta per giorni. Poi finalmente la svolta, in spiaggia.

Edoardo De Laurentiis
Edoardo De Laurentiis

A Fregene Anellucci afferma di aver ricevuto l'invito di Micheli (Napoli, capo scouting) che si trovava in uno stabilimento balneare adiacente al suo: una generica richiesta di conoscenza. Chiacchierata, poi accordo. Cavani, proprio lui, passa al Napoli.

Finita qua? No, perché stando ad Anellucci, Branca (Inter) lo chiamò sorpreso, domandogli perché non avesse aspettato il club nerazzurro. La risposta di Anellucci? E' spiegata dallo stesso procuratore.

Dopo ventidue giorni di vana attesa, Cavani e il suo entourage avevano scelto di chiudere con un altro club. Il Napoli, appunto. Così iniziò uno dei matrimoni più prolifici della storia del calcio italiano.

LEGGI ANCHE Mercato Inter, Buongiorno va al Napoli: ecco cos'ha fatto il difensore

Temptation Island 2024, anticipazioni del 24 luglio: dalle lacrime di Raul al ritorno di Lino
Mercato Juventus: un sacrificio per Koopmeiners. Confronto con il possibile sostituto

💬 Commenti