Mario Sconcerti (ph. social)
Serie A

Inter, Sconcerti durissimo: "I suoi debiti le hanno portato uno scudetto e una decisione federale le ha permesso di rinviare di mesi il..."

Nel suo editoriale su "Calciomercato.com" il giornalista toscano usa toni molto duri nei riguardi del club nerazzurro

Andrea Riva
19.08.2022 12:00

Il giornalista Mario Sconcerti nel suo consueto editoriale sul sito “calciomercato.com” (Un cappuccino con Sconcerti) ha usato parole molto forti nei riguardi dell'Inter con la proprietà cinese che non se la passa bene e i problemi economici stanno preoccupando parecchio tifosi nerazzurri.

Di seguito ecco il suo pensiero a riguardo:

Nel mondo si può fare ancora di tutto. Basta avere sessanta milioni, poterne garantire venti d’ingaggio e si arriva a prendere anche Casemiro dal Real. Noi siamo ancora a capire se Acerbi verrà all’Inter in prestito oneroso o netto, discussione su un giocatore che da mesi non può più restare alla Lazio. Ma non è questa la sorpresa. Quella arriva da chi pensava che venduto Casadei, la società avrebbe potuto reinvestire. Capisco di non essere carino con l’Inter, ma dovrei? I suoi debiti le hanno portato uno scudetto e una decisione federale le ha permesso di rinviare di mesi il pagamento degli stipendi di quella stagione”.

E poi ancora: 

“Questo è un danno reale per gli avversari. Che non sono mai innocenti, ognuno ha il suo coltello nell’armadio, ma questo è stato evidente e previsto. Siamo dentro un calcio diverso, chi non vende non compra, infatti non compra praticamente nessuno. L’aspetto economico pesa perché compra la qualità che fa la differenza. Poi devi essere all’altezza. Oggi leggo che sembra una sorpresa che Zhang non autorizzi investimenti. Ma che informazioni avete sull’Inter? Sbaglio io o chi la fa leggera e oscura la situazione. E’ questo silenzio che fa male alla gente dell’Inter, molto più della mia coscienza professionale”.

LEGGI ANCHE: Inter, Acerbi si avvicina. I tifosi imbufaliti: "Dopo quello che ha fatto la scorsa stagione... Sarebbe una delle peggiori..."

Sacchi, frecciata a Inter e Juventus: "Vincere con i debiti è come barare. Milan eccezionale rispettando le regole"
Cobolli Gigli, un bianconero nel mirino: "Quando si deciderà a diventare grande? E' alta la tentazione di cederlo"