Massimo Mauro (foto pagina Facebook)
Serie A

Mauro: "La Juve si muove poco e male in campo. Servirebbe Maradona e forse non sarebbe abbastanza"

L’ex calciatore bianconero ha criticato duramente la Juventus ai microfoni della Gazzetta dello Sport

Ludovica Carlucci
10.10.2022 16:53

L’ex calciatore Massimo Mauro ha criticato duramente la Juventus ai microfoni della Gazzetta dello Sport soffermandosi sulla qualità dei giocatori presenti in rosa e sull'ultima sconfitta dei bianconeri per mano del Milan. Ecco le sue dichiarazioni: "Chi ha scelto di fare la tournée negli Stati Uniti in estate? A me pare ovvio che i guai fisici nascano da lì. Se andiamo poi nel merito, è palese che la Juve si muova poco e male in campo. Perché hai voglia ad avere un regista come Paredes, se poi nessuno si libera per ricevere palla. Guardate il Napoli: Anguissa non è di certo un fenomeno, ma ogni volta ha tre opzioni di passaggio, perché i compagni sono in continuo movimento. Io ho visto un’intensità simile nella Juve solo per brevi porzioni di partita. Ecco, fossi Allegri non farei rivedere ai miei gli errori, ma i 45’ contro la Roma, quando si sono mossi bene con continuità. È quello che dovrebbero fare sempre".

Mauro ha poi aggiunto: "Come uscire da questa situazione? Per me la risposta deve arrivare sempre dal campo. E quindi dai giocatori e dall’allenatore. Un esempio? Darsi un sistema semplice. Io giocherei sempre con la difesa a tre, perché se hai Bonucci centrale, con il suo piede preciso, è come sfruttare un centrocampista in più. Se aspettiamo, invece, che la soluzioni passi per le giocate dei singoli, la vedo male: la Juve non ha un calciatore in grado di risolvere da solo. Servirebbe Maradona e forse non sarebbe abbastanza", ha concluso.

LEGGI ANCHE: Pioli: "A Londra una delusione, ma dagli errori si impara. Domani dobbiamo riuscire a giocare al nostro livello"

Chi vincerà lo scudetto? La classifica finale della Serie A secondo l'algoritmo americano
Giuseppe Pastore: "Paulo Dybala si è fatto male sotto la Sud, nel 1993 accadde a..." - VIDEO