Rossi, Nedved e Agnelli
Serie A

Rossi: “Non avete capito un c***o. Ignoranti, plusvalenze Inter legali, non come Juve”

Il giornalista sportivo di fede Inter ha rilasciato il seguente video editoriale dove bacchetta i detrattori dell’Inter sulla vicenda plusvalenze

Francesco Rossi
23.01.2023 04:38

Gian Luca Rossi letteralmente scatenato nel suo ultimo video editoriale relativo alla sentenza dei giudici nei confronti della Juventus, relativa allo scandalo plusvalenze. Rossi si è scagliato contro gli anti Inter presenti  sui social, i quali affermano che la Juventus non è sola ad aver agito illegalmente su questo ambito. Ecco le parole di Rossi, raccolte per voi da Il Pallone Gonfiato
 

“Bisogna distinguere la plusvalenza legale con il passaggio di denaro - che anche la Juve le ha fatte per carità - dalla plusvalenza fittizia, quella finta che serve per accomodare i bilanci. Specialmente se sei iscritto in borsa. Dunque quando qualcuno ignorantemente mi dice ‘eh ma l’Inter? Casadei? Bastoni? Zaniolo?’. Ecco dimostrano di non aver capito un emerito cazzo. Queste sono plusvalenze assolutamente legittime. Quando l’Inter pagò 31 milioni Bastoni, facendo una plusvalenza, ci fu un passaggio di denaro e adesso Bastoni vale più di 31 milioni. Per Zaniolo né vogliono 50 per non parlare di Casadei, grandissimo talento che è stato pagato 15 milioni. Certo, non ha mai giocato in Serie A ma Casadei, plusvalenza reale e vera, oggi vale più di 15 milioni tra l’altro. Sono plusvalenze assolutamente certificate. Quindi l’ignorante di turno, il social webete che dice “eh ma le plusvalenze dell’Inter, Milan...” ecc. indaghino su tutti e io non vedo l’ora, ma vi posso assicurare che stanno indagando su tutti. Il problema è che se poi viene indagata la Juventus, che è sempre nei premi, come ho detto più volte mi piacerebbe che qualcuno facesse una riflessione sul comportamento dei propri dirigenti più che tirar fuori il solito mozartiano ‘così fan tutti’. Così non fanno tutti. Anziché accusare altri, gettare della melma sugli altri per sentirsi meno colpevoli, bisognerebbe tentare invece di scagionarsi che certe plusvalenze non sono fittizie ma sono reali. Invece non possono dimostrarlo perché sono fittizie, la linea di difesa è quella di coinvolgere gli altri (...). 
 

Quando non hai da scagionarti, ovviamente vai sugli altri. Le plusvalenze si fanno in due? Mi pare abbastanza logico che se le altre squadre sono state punite in sentenza con un’ammenda, mi sembra logico che la loro situazione non sia cambiata. Ma ci vuole tanto a capire che queste erano società che in qualche modo erano non dico minacciate, ma in una posizione piuttosto genoflessa nei confronti della Juventus? Quasi obbligate a fare plusvalenze con la Juventus. Questo è il tema”

Cassano attacca l'ex attaccante: "Si alza la mattina e spara cose allucinanti"
Bargiggia-Oppini, lite a 7Gold: “Io sono un giornalista, te non si sa che fai” “Offendi, ma chi sei?”