Serie A

DAZN alza i prezzi degli abbonamenti: polemiche in Germania, in Italia boom di streaming pirata

La pay tv ha deciso di alzare il prezzo degli abbonamenti in Germania. In Italia, maxi operazione contro la pirateria da parte della GDF

Francesco Rossi
26.01.2022 18:46

Diletta Leotta DAZN

 

La decisione da parte di DAZN di alzare i prezzi degli abbonamenti in Germania, sta destando molto scalpore in questi ultimi giorni. La piattaforma ha infatti optato per un aumento dei prezzi a partire dal prossimo 1 febbraio 2022 e la cifra che gli abbonati dovranno sborsare, è praticamente raddoppiata rispetto a quella degli scorsi anni. Infatti, se nelle scorse annate l'abbonamento era fissato a 14.99€ al mese, dal prossimo mese i clienti DAZN ne dovranno sborsare 29.99€. Un aumento ritenuto inaccettabile dalla massa, la quale ha riversato la propria rabbia sul web.

DAZN ha giustificato l'aumento dei prezzi per il maggior numero di contenuti proposti. In Italia al momento non sembra che ci sarà una rivoluzione per quanto concerne il costo degli abbonamenti, ma nelle ultime ore sta faendo molto rumore la maxi operazione condotta dalla Guardia di Finanza contro la pirateria online streaming. Secondo Calcio e FInanza, sono state eseguite una serie di perquisizioni relative un’inchiesta della Procura di Milano, condotta dal Nucleo di polizia economico finanziaria della Gdf. Ecco il resoconto degli indagati riportati dal portale:

"Venti gli indagati per violazione della legge sul diritto d’autore e in Campania, in particolare, è stato individuato l’amministratore “di una struttura denominata Cybergroup” molto nota nel mondo della pirateria per la diffusione illegale dei palinsesti delle pay TV. Con il blitz, che è il seguito di un’altra operazione del 2020, è stato inibito l’accesso a piattaforme usate da oltre 500mila utenti, che pagavano circa 10 euro al mese per vedere Sky e altre pay tv".

Ciò testimonia ancora di più come le persone siano sempre più in confusione sulla questione del calcio in tv. Ciò sta portando inevitabilmente a un consumo della pirateria online sempre più continuo, nonostante le iniziative della GDF per smascherare i trasgressori. Si preparano dunque mesi caldi per DAZN, la quale dovrà rivedere i prezzi degli abbonamenti, ma soprattutto fornire un servizio eccellente agli abbonati, dopo un'annata decisamente sottotono dal punto di vista tecnico. Un aumento dei prezzi non farebbe altro che alimentare la pirateria online, di per sè già molto sviluppata. 

La classifica delle squadre più amate d'Italia: Juve prima ma in calo, Milan e Roma vincono i "derby del tifo"
Auriemma: "Insigne? Se tace è molto meglio. Pisacane farebbe bene a raccontare meno frottole"