Tokyo 2020

Jacobs: "Accuse di doping? Gli inglesi guardino in casa propria prima di attaccare"

Marcell Jacobs risponde alle accuse di doping negli studi di Rai 1

Giuseppe Biscotti
13.08.2021 12:09

Ospite negli studi di Unomattina, la medaglia d'oro dei 100 metri maschili Marcell Jacobs ha risposto senza peli sulla lingua a tutte le insinuazioni nei suoi confronti dopo la vittoria inaspettata a Tokyo. In particolare, il velocista azzurro ha dichiarato: “Insinuazioni di doping? A me la situazione non ha toccato tanto, so i sacrifici e le batoste che ho passato per arrivare qui e invece me lo voglio godere al 100%. Dopo aver visto l'indagine su Ujah direi che forse è meglio guardare prima in casa propria e poi attaccare gli altri. La cosa mi fa sorridere”. 

LEGGI ANCHE: DAZN o SKY? La programmazione televisiva completa delle prime due giornate di Serie A

Jacobs un futuro sui 200 metri? 

Il campione azzurro ha continuato l'intervista parlando anche dei suoi programmi futuri: "Niente gare nel 2021? Non è stata una decisione semplicissima, ma questo è un punto di partenza. Nel 2022 ci sono appuntamenti molto importanti, ho alzato l'asticella e per l'anno prossimo voglio arrivare al top del top, confermarmi e migliorare. Ho bisogno di lavoro e migliorare su alcuni aspetti. I 200 metri sono un passaggio importante soprattutto per i 100. Li voglio correre per abbassare il mio tempo sui 200 che risale a qualche anno fa e lavorare sui 100 dove penso di poter fare anche meno di 9"77. Io non mi pongo limiti, non l'ho mai fatto". 

Stipendi ciclisti 2022, la top 20 dei più pagati: Pogacar il paperone del gruppo, bene Nibali
Condò contro Franco Ordine, attacco dopo commento osè: "Serve uno psicologo?"