Hirving Rodrigo Lozano esulta dopo aver segnato al Dall'Ara contro il Bologna (Image Photo)
Serie A

Le pagelle di Bologna-Napoli: Lozano trascina il Napoli a -2 dal secondo posto. Fabian Ruiz, l'eleganza non è acqua

Nella 22^ giornata di Serie A, il Napoli espugna il Dall'Ara grazie alla doppietta di Lozano. Secondo ko di fila per il Bologna. Le pagelle dei partenopei

Tiziano De Santis
17.01.2022 20:55

Meret 6: al 34' mette una pezza a un'indecisione difensiva dei suoi chiudendo lo specchio a Soriano sulla verticale tracciata da Svanberg. Non deve far altro che appostarsi al centro della porta per sventare le rarissime conclusioni degli avversari. Al 93' è fortunato a non essere trafitto in occasione della punizione scagliata sul palo da Svanberg. 

Di Lorenzo 6: prestazione sufficiente per il terzino della Nazionale italiana, colpevole, negli ultimi 15' del primo tempo, di ripiegamenti difensivi troppo lenti e svogliati al cospetto della vivacità ritrovata momentanamente dal Bologna. 

Rrahmani 6,5: annulla un abulico Arnautovic senza alcuna difficoltà. 

Jesus 6,5: nessuna sbavatura per il brasiliano, facilitato anche dall'impalpabilità dell'attacco rossoblù.

Rui 6,5: Sansone, Soriano e De Silvestri non mettono mai in apprensione il difensore portoghese, bravo nel proporsi anche in avanti quando serve. 

Lobotka 7: in coppia con Fabian Ruiz non fa praticamente mai vedere la sfera ai centrocampisti del Bologna. La sua crescita è certamente un valore aggiunto per Spalletti e co. 

LEGGI ANCHE: Le pagelle di Bologna-Napoli: Theate involuto, buon esordio per Pyyhtia

Ruiz 7,5: al 6' illumina la manovra dei suoi con un assist al bacio per Lozano, poco cinico, tuttavia, sotto porta. Al 45' la sfortuna si frappone tra l'andaluso e il gol: solo il palo può negare alla sua pennellata a giro dal limite dell'area di insaccarsi in rete. L'azione del 2-0 parte da un uno-due stupendo tra il numero 8 azzurro ed Elmas e si chiude con il traversone perfetto del primo per Lozano. Il centrocampo del Napoli è al sicuro quando è il talento del nazionale spagnolo a far da soprano. Dall'86' Ghoulam sv.

Elmas 7: i suoi movimenti ad elastico aiutano il team di Spalletti a rimanere corto tra i reparti di centrocampo e attacco. Al 20' il rasoterra col contagiri per l'1-0 di Lozano è a dir poco pregevole. La qualità tecnica del macedone è una luce che fende costantemente il buio difensivo degli avversari. Dall'86' Petagna sv.

Zielinski 6,5: destro o sinistro non fa la differenza per un gigante della trequarti come lui. Dopo un buon primo tempo, tuttavia, la prestazione cala a causa di una condizione non ottimale a seguito dei problemi riscontrati negli ultimi giorni a causa del Covid. Dall'80' Demme 6: se entri a poco più di 10' dal termine di una gara ormai messa in cassaforte, basta non commettere errori compromettenti per meritarti la sufficienza.

Lozano 8: la doppietta gli consegna in direttissima il titolo di ‘migliore in campo’ del Napoli. Al 6' raccoglie una verticalizzazione perfetta di Ruiz ma si divora letteralmente l'1-0 centrando Skorupski con una conclusione debole e imprecisa. Al 20', alla seconda occasione, il messicano non sbaglia e trafigge l'estremo difensore felsineo con un gol da vero e proprio numero 9. Al 47' è glaciale nel mettere a sedere Skorupski e nel siglare il 2-0 in favore dei suoi. Nove minuti più tardi, si vede negare il 3-0 dall'intervento prodigioso del portiere rivale. Dal 71' Politano 6: sul 2-0 in favore dei suoi, non deve offendere, ma contribuire a dare quantità alla linea di centrocampo azzurra. L'esterno ex-Inter lo fa bene.

Mertens 6: si muove molto nel primo tempo ma le sue verticali non concidono con le consuete conclusioni pericolose, né con i soliti gol d'autore cui il belga ci ha abituato. Sottotono. Dal 71' Osimhen 6,5: ritorna protagonista in campo dopo due mesi dal brutto infortunio subito al volto contro l'Inter. All'87' rischia di realizzare il 3-0 dopo un assolo dei suoi a tagliar fuori mezza difesa avversaria. 

Spalletti 7,5: vincere col minimo sforzo contro un avversario tecnicamente più debole, per alcuni, è scontato. Farlo in trasferta attraverso una supremazia territoriale netta e costante per l'intera durata del match è peculiarità dei club più forti della nostra Serie A. Il tecnico toscano torna prepotentemente a ridosso del secondo posto occupato dal Milan. Scontato?!

LEGGI ANCHE: Come finirà la Serie A 2021/22? La classifica finale secondo l'algoritmo americano

 

Quando Suma augurò gli infortuni all'Inter: "Sensi l'eccezione. Spero che prima o poi la ruota giri" (VIDEO)
Clamoroso fuori onda di Marcolin a DAZN: "Attacchiamo gli arbitri". Sui Social: "Moggi radiato per molto meno" (VIDEO)