José Mourinho (ph. Image Sport)
Calcio

Martial critica Mourinho: "Mi ha mancato di rispetto. Le sue scelte mi costarono i Mondiali"

L’attaccante del Manchester, ha raccontato alcuni retroscena sui rapporti con Mourinho ai tempi dei Red Devils

Serena Baldi
10.09.2022 21:06

Anthony Martial, attaccante del Manchester United, ha rilasciato un'intervista in esclusiva a France Football. Tra i vari temi, il calciatore si è soffermato anche sul suo rapporto con José Mourinho ai tempi dei Red Devils. Il ventiseienne ha rivelato alcuni retroscena, criticando il tecnico della Roma. Ecco le sue dichiarazioni:

 "È iniziato tutto con la storia del numero di maglia. Durante le vacanze Mourinho mi manda un messaggio per chiedermi se voglio cambiarlo per prendere l'11, spiegandomi che sarebbe fantastico perché è stato quello della leggenda Ryan Giggs. Gli dico che ho il massimo rispetto per Giggs, ma che preferisco mantenere il mio numero 9. E quando torno in club vedo la mia maglia con l'11. Mi ha mancato di rispetto fino in fondo. Ha parlato di me alla stampa, piccole frasi, un po' come aveva fatto con Karim Benzema al Real Madrid. Gli piacciono questi piccoli giochi, ma sa anche con chi lo sta facendo. Sa che allora ho 20 anni, che se dico qualcosa, sono io che passerò per il giovane che manca di rispetto. La seconda stagione sono stato il capocannoniere della squadra nella prima parte della stagione, poi è arrivato Alexis Sanchez e da lì non ho giocato quasi più. Quindi non ho detto niente, era inutile. Era  la stagione dei Mondiali e mi è costato caro, soprattutto da quando ha vinto la Francia. Avrei dovuto esserci".

Mancini, suo ex calciatore: “Mi insultava, volevo tirargli una scarpa. Minacciai i suoi figli”
Il Milan vince a Genova su rigore, ma sui social è polemica: "Continuano i regalini. Negato un penalty clamoroso alla Sampdoria, non si può continuare..."