Recuperi Serie A
Serie A

Serie A, le partite da recuperare: match fondamentali per scudetto, salvezza ed Europa

In Serie A sono sei i recuperi dopo i rinvii causa Covid negli scorsi mesi: c'è ancora incertezza sulle date

Redazione
16.03.2022 21:30

Sono state diverse le partite rinviate soprattutto nel periodo fra dicembre 2021 e gennaio 2022, e ora la FIGC calendario alla mano, sta cercando di organizzare al meglio i match che mancano per il completamento del campionato di Serie A. Compito agevolato dal fatto che oltre la metà delle squadre italiane sono uscite dalle competizioni europee. Le sfide da recuperare sono ben cinque, e sono fondamentali non soltanto in chiave scudetto, bensì anche per le posizioni valide per le qualificazioni europee, e altresì per la zona retrocessione. Si tratta infatti di Atalanta-Torino, Bologna-Inter, Fiorentina-Udinese, Udinese-Salernitana e Salernitana-Venezia. 

Individuato aprile come mese per i recuperi: la testa della classifica

Sono cinque le partite rinviate, e difatti dando uno sguardo alla classifica della Serie A si noteranno diversi asterischi ad accompagnare Bologna, Inter, Salernitana (due), Venezia, Udinese (due), Atalanta e Fiorentina, a simboleggiare i match ancora da giocare delle rispettive squadre. Tutte o quasi, squadre impegnate e in corsa per qualcosa di importante, fatta forse esclusione per il Bologna che ad aprile dovrebbe essere già salvo matematicamente. E non mancano commenti piccanti proprio riguardo il recupero del Dall’Ara, come dice infatti l’opinionista Padovan, le motivazioni dei rossoblu di Siniša Mihajlović nel mese di aprile saranno molto più basse. Lo confermano anche le quote delle scommesse live Italia, per le quali l’Inter avrà infatti ulteriori possibilità di vittoria visto il periodo in cui si gioca il match. Inizialmente la partita era prevista per gennaio, quando i rossoblu erano ancora a caccia di punti pesanti, mentre il rinvio ha modificato e di gran lunga le dinamiche in campo.

Lotta salvezza e corsa europea: la Salernitana affronta Udinese e Venezia

Come anticipato, le partite non giocate fra dicembre e gennaio potrebbero cambiare, e non poco, il volto della classifica anche in zona retrocessione. La Salernitana in particolare deve disputare ancora due partite molto delicate contro l'Udinese alla Dacia Arena, e contro il Venezia in casa, allo stadio Arechi di Salerno. Sei punti a disposizione dei campani che vorrebbero dire molto, e potrebbero al contempo coinvolgere l’Udinese nella corsa alla permanenza in A, e definitivamente mettere nei guai il Venezia di Zanetti. Anche per questi recuperi è stato individuato aprile come periodo adeguato per scendere in campo, e non ci sono dubbi sul fatto che sia le due sfide della Salernitana, sia le due dell’Udinese hanno un peso non indifferente sulla lotta per non retrocedere, dove in particolare Spezia, Genoa e Cagliari da gennaio hanno cambiato ritmo e media punti. 

Fondamentale per i piazzamenti europei anche la sfida del Gewiss Stadium fra Atalanta e Torino, e quella del Franchi fra Fiorentina e Udinese. Viola e bergamaschi, oltre a sognare un posto in Champions League, sono assolutamente in corsa per la qualificazione in Europa o Conference League, e i tre punti messi in palio nei rispettivi recuperi di campionato possono realmente stravolgere la classifica e mettere fiato sul collo a Lazio e Roma, le altre due squadre che concorrono per la qualificazione alle competizioni europee per il prossimo anno. 

Club più corrotti, la classifica di Benfica TV: presenti quattro italiane, furia tifosi Juventus
Pasquale Bruno punge: "In Italia basta lamentarsi per ricevere favori arbitrali"