Serie A

Al Mapei Sassuolo e Udinese si dividono la posta in palio: al solito Scamacca risponde Nuytinck nel finale

Gara frizzante e ricca di occasioni: neroverdi avanti all'intervallo e agguantati solo nel finale

Salvatore Delle Donne
07.05.2022 17:20

Dopo l'anticipo tra Torino e Napoli, continuano alle 18 gli anticipi del sabato della 36esima giornata di Serie A: al Mapei Stadium di Reggio Emilia il Sassuolo di Alessio Dionisi ospita l'Udinese di Gabriele Cioffi, nella sfida tra due squadre che non hanno più nulla da chiedere al campionato. I padroni di casa sono reduci da tre ko di fila e vogliono provare ad arrivare nelle prime dieci  ma soprattutto non farsi raggiungere in classifica dai friulani, distanti tre punti. Sfida nella sfida quella tra Domenico Berardi e Gerard Deulofeu, 14 e 12 gol fino ad ora. Di seguito, le scelte dei due allenatori.

Le formazioni ufficiali:

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Muldur, Ayhan, Ferrari, Kyriakopoulos; Frattesi, Lopez, Henrique; Berardi, Scamacca, Raspadori. All.: Dionisi.

Udinese (3-5-2): Silvestri; Becao, Marí, Pérez; Molina, Makengo, Walace, Pereyra, Udogie; Pussetto, Deulofeu. All.: Cioffi.

LEGGI ANCHE: Genoa-Juventus, il web esplode contro Allegri: "Che imbarazzo, Vlahovic è disperato"

Complice una salvezza raggiunta con largo anticipo, Sassuolo e Udinese danno vita ad una prima frazione di gioco piacevole e ricca di emozioni. Ritmi elevatissimi sin dai primi minuti e padroni di casa avanti già al sesto minuto: Scamacca servito sul primo palo da Raspadori con una zampata anticipa il proprio marcatore e spedisce la palla alle spalle di Silvestri. La squadra di Cioffi, per nulla intimorita dal vantaggio iniziale dei neroverdi, non resta a guardare e si riversa nella metà campo avversaria alla ricerca del pari, sfiorandolo per ben due volte tra il diciannovesimo e il ventunesimo minuto, prima con Pereyra con un sinistro che sfiora il palo alla destra di Consigli, poi con Deulofeu con una bordata direttamente da calcio d'angolo, Consigli in questa circostanza è attento e intercetta la sfera sulla linea di porta. 

Gol mangiato, gol subito? Quasi, perchè Frattesi su capovolgimento di fronte sfiora il raddoppio: l'ex Monza sposta sulla corsa Udogie e si accentra, la sua conclusione però termina alto sopra la traversa. Due giri di lancette, ed è la volta di Berardi, bravo ad agganciare in area un lancio dalle retrovie di Ferrari non altrettanto nella conclusione, intercettata da un difensore a Silvestri battuto. L'Udinese, dal canto suo, ogni qualvolta si presenta dalle parti di Consigli dà l'impressione di poter far male e sempre con Deulofeu, la cui conclusione indirizzata nel sette è intercettata da Consigli, bravo a negargli la gioia del gol. Dal calcio d'angolo susseguente, scaturisce la più ghiotta occasione per gli ospiti ma Nahuen Perez da due passi spedisce fuori di un soffio. La gara vive di fiammate, non c'è un attimo di respiro e a giovarne è soprattutto il pubblico presente al Mapei. 

La ripresa di certo non è da meno, complice una Udinese aggressiva e un Sassuolo fin troppo attendista. Deulofeu prosegue la sua battaglia personale con Consigli, vinta fin qui dal portiere neroverde, bravo a respingergli per l'ennesima volta una conclusione indirizzata in porta. Il Sassuolo prova a ribattere colpo su colpo, ma Scamacca questa volta pecca di precisione e spedisce di testa a lato su un cross dalla sinistra di Muldur. Tanta intensità in questa fase della partita: sul ribaltamento di fronte Makengo ci prova dal limite su sponda di Udogie ma la sfera termina fuori un paio di metri alla sinistra di Consigli. Nessuna voglia di mollare la presa da parte di entrambi gli allenatori, i quali danno vita ad una girandola di sostituzioni. Ma è ancora una volta l'Udinese, di certo più in palla in questa ripresa, a sfiorare il pari: al 65' sugli sviluppi di un calcio piazzato Wallace stacca di testa, palla che esce fuori di pochissimo. E' il solo il preludio al gol, perchè dieci minuti dopo per la squadra di Cioffi si materializza quanto di buono costruito fin qui: angolo di Deulofeu respinto da Consigli, la sfera termina sui piedi di Snoopy che calcia in porta e trova la deviazione fortuita di Ferrari che serve involontariamente Nuytinck, il quale a porta vuota deposita in rete. Tutto da rifare per il Sassuolo. Dionisi capisce il momento critico dei suoi e prova a dare una scossa, inserendo Defrel e Traorè. Proprio sui piedi di quest'ultimo a tempo praticamente scaduto la chance per il Sassuolo di rimettere la testa avanti: l'ivoriano evita con una finta la marcatura di Becao e di mancino calcia forte in porta verso l'angolino basso ma Silvestri si supera e devia la palla in angolo, fissando di fatto il punteggio sull'1-1. Un pari che tutto sommato accontenta entrambe le squadre: i neroverdi di Dionisi salgono a 47 punti e agganciano il Torino al decimo posto, mentre i friulani si portano a quota 44. 

 

Cassano e il passato da playboy: "A Roma piacevo molto. Sapete cosa mi dicevano le donne?"
Manuel svela le sue motivazioni della rottura con Lulù e fa infuriare le fan (VIDEO): "Non si è meritato tutto l'amore che la..."