Zazzaroni - Ballando con le Stelle
Serie A

Zazzaroni: “La Juve non è la vera Juve. Detesto chi da del bollito a chi ha vinto 6 scudetti. Derby? Ho visto una partita al contrario!”

Il noto giornalista ha analizzato i match Juventus-Inter e Roma-Lazio della 13esima giornata di SerieA

Serena Baldi
07.11.2022 09:38

l direttore de Il Corriere dello Sport, Ivan Zazzaroni è intervenuto a GOAL DI NOTTE su TMW Radio, NSL e Teleuniverso. Ecco le sue parole riportate da TuttoJuve.com:

Spiegaci il significato del titolo del tuo libro: “Diventare José Mourinho”...
“Ho preso spunto dalla frase di Ancelotti che mi ha detto di averlo trovato cambiato dal punto di vista della personalità. Mourinho stesso dice di se stesso di essere diventato meno istintivo e dice che se lo fosse stato di meno in passato avrebbe vinto molto di più. Oggi arriva alle cose in maniera meno diretta e più riflessiva”.

Come aprirà domani Il Corriere dello Sport?
Sul derby: ho visto una partita al contrario di quella che ci aspettavamo, con Sarri che ha fatto il Mourinho, facendo fare la partita alla Roma. La gara di proposta insistita non è un tipo di gara congeniale alla Roma. Dybala è quello che ha fatto crescere la qualità della squadra, Wijnaldum pur non avendolo visto lo conosciamo. Con le assenze erano pari, ma la Lazio non ha avuto bisogno di snaturarsi”.

Dacci l’editoriale di questa giornata di campionato…
“Esiste una sola squadra da Scudetto in Italia, che è il Napoli. L’interruzione del Mondiale non credo che ne interromperà l’incedere. Ha dato segnali potenti e se non lo vince quest’anno, non lo vince più. L’Inter mi sorprende in negativo, la Juventus non è la “vera Juve” perché è stata obbligata a cambiare e ringiovanirsi. Detesto quelli che danno del “bollito” a chi ha vinto 6 Scudetti. Nelle altre simil-concorrenti per lo Scudetto non vedo abbastanza profondità di alternative su tutti i ruoli”.

LEGGI ANCHE: Juventus, Allegri: “Abbiamo avuto un pizzico di fortuna. Non è una questione di svolta, ma…”

Sarri, esonero alla Juve? Decisero tre donne vicine alla famiglia Agnelli
Juventus, Allegri: “Abbiamo avuto un pizzico di fortuna. Non è una questione di svolta, ma…”