Juve, addio definitivo a Morata: salta il riscatto dall'Atletico, lo spagnolo saluta i bianconeri
Calciomercato

Juve, addio definitivo a Morata: salta il riscatto dall'Atletico, lo spagnolo saluta i bianconeri

La Juventus ha salutato Alvaro Morata con una lunga lettera d'addio

Davide Roberti
30.06.2022 10:52

La Juventus saluta ufficialmente Alvaro Morata: sembra quindi che lo spagnolo non verrà riscattato dall'Atletico Madrid. Questo il saluto della squadra bianconera:

Il legame tra Alvaro e la Juve è nato tanti anni fa e le esperienze vissute insieme, che hanno portato a due scudetti, due Coppe Italia e una Supercoppa, oltre al cammino fino alla finale di Champions League di Berlino nel 2015, hanno fatto sì che diventasse così solido da non spezzarsi nemmeno quando le strade si sono separate per la prima volta. Era il 21 giugno 2016, ma quel saluto che poteva sembrare un addio non era altro che un arrivederci. Così, quattro anni più tardi, è cominciata la seconda avventura di Alvaro con la Juventus. Avevamo salutato un ragazzo con un futuro tutto da scrivere, a Torino è tornato un uomo con tante esperienze sulle spalle, pronto a riabbracciare un passato mai davvero dimenticato per vivere altri momenti indimenticabili. La seconda prima stagione con la Juve si chiude con un bottino di venti gol in tutte le competizioni e altri due trofei conquistati insieme: Coppa Italia e Supercoppa Italiana. Con Alvaro che ha dato tutto sé stesso in ogni singola partita, in ogni allenamento, con la volontà di aiutare la squadra in qualsiasi momento. Volontà che abbiamo visto anche in questa annata, dove ha messo a segno altri dodici gol, arrivando, in totale, a quota cinquantanove con la maglia della Juventus. L’ultimo rimarrà quello, bellissimo, segnato all’Allianz Stadium contro la Lazio lo scorso 16 maggio nell’ultima apparizione con la maglia bianconera. Buona fortuna per il tuo futuro, Alvaro. E grazie di tutto!

Taranto Foggia 1-0 diretta testuale LIVE: termina il match!
Bremer: "Non so se resterò in Italia o andrò all'estero". Ora l'Inter trema