Antonio Cassano
Serie A

Cassano attacca noto allenatore: "Lo avrei ribaltato in spogliatoio. Gente si è rotta i c****ni”

L'ex Bari e Roma ha criticato ancora una volta il tecnico della Juventus durante l'ultima puntata della Bobo TV

Francesco Rossi
28.08.2022 17:19

Durante l'ultima puntata della Bobo TV, Antonio Cassano è tornato a criticare duramente l'allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri. Dopo il pareggio con la Sampdoria, l'ex Bari e Roma ha espresso il suo parere sullo sfogo del tecnico toscano a fine gara. Ecco le dichiarazioni di Cassano, raccolte per voi da Il Pallone Gonfiato

 

"Allegri? E' presuntuoso. La sua presunzione la gente non riesce a capirla. A lui non gliene frega niente di tutto il mondo, gli scivola tutto addosso. Quando ieri ha avuto quello sfogo (post gara Samp-Juve, ndr), io non mi stupisco per il solo fatto che lui ha tanti amici giornalisti che non gli fanno domande tecniche, tattiche o di calcio. Lo fanno parlare, sono contenti, fanno i giochini delle tre carte, ma il giochino delle tre carte con noi non lo fanno, perchè noi andiamo nello specifico (...). La cosa più grave che lui ha detto, e se fossi stato un suo giocatore, non Cassano ma un giocatore normale, andavo nello spogliatoio e lo ribaltavo. Ha detto 'ci sono categorie di giocatori'. Ciò significa - prosegue Cassano - che nella squadra che lui ha, ci sono giocatori che non possono fare un determinato tipo di categoria, non sono campioni, non sono calciatori forti. Quello che lui ha detto, è di una gravità allucinante. Se tu vai in campo con una Sampdoria, che non riesce a fare un gol, non riesce a fare niente e ha fatto una partita stupenda per aggressività, idee ecc. con quello che aveva, e tu vai lì e fai una partita vergognosa dove Vlahovic ha toccato nove palloni...nei primi 45' solo tre. Andrea Agnelli ha speso 75 milioni per portarti Vlahovic, l'attaccante più forte della Serie A. Se giocassi nella Juve, il giorno dopo gli direi 'cos'è che volevi dire ieri?'. Ci sono delle categorie? Perfetto. Di Maria è una categoria, ma noi cosa siamo? Degli scappati di casa? (...). Gioca sempre nei suoi 20 metri, poi dopo hai Di Maria che fa la giocata, c'era Higuain, Pjanic, Pogba, tutti fenomeni...Grazie a sta m****a". Possiamo allenare pure io e Ventola. Lui il primo e il secondo. Di cosa stiamo parlando? Questo devono chiedere le persone che lavorano nelle tv. Chi gli fa le domande sono degli incompetenti e pure amici"

PRESUNZIONE - "Gli puoi mettere mille altre persone vicino, ma lui decide con la sua testa e Landucci che è suo amico da una vita, che con tutto il rispetto che si può avere, non c'entra niente con il calcio, stanno lì, non sanno cosa dicono e cosa fanno...alla carlona. Lui ha la presunzione - conclude Cassano - di dire 'io capisco di cambi, delle partite'...lui è bravo a parlare con i suoi amici, non in televisione a spiegare agli altri. La gente si sta rompendo i c*****ni". 

 

Mancini, suo ex calciatore: “Mi insultava, volevo tirargli una scarpa. Minacciai i suoi figli”
Boban: "Superlega? Piano assurdo morto in due giorni. Maldestro tentativo di rubare il calcio"