Gnonto
Calcio

Gnonto: "Il calciatore? Visto come uno sbruffone che sbaglia congiuntivi. Io mi impegno per parlare bene"

Il classe 2003 lanciato da Mancini e prossimo alla maturità si è raccontato a SportWeek

Ludovica Carlucci
02.07.2022 15:17

Wilfried Gnonto si racconta a SportWeek. Di seguito le sue parole raccolte da TMW: "Si pensa al calciatore come a uno sbruffone che sbaglia i congiuntivi. Io mi impegno a comunicare in maniera corretta. Le interviste post gara? Sono una tassa da pagare, ma dovremmo essere onesti ed evitare risposte preconfezionate".

Nazionale e maturità, come si sopravvive a un'estate così?
"Grazie alla famiglia, ma anche restando il ragazzo timido che sono. Il primo anno al classico prendevo 7-8 nelle versioni di latino, poi sono sceso al 6: più andavo avanti col calcio più era dura, finché ho dovuto lasciare (Gnonto si diplomerà dal liceo scientifico-sportivo, ndr) e mi è dispiaciuto".

LEGGI ANCHE: Cassano si scatena: "Allegri? Dopo il Villarreal lo avrei cacciato. Gioca il calcio più osceno degli ultimi dieci anni"

Bergomi: “Scudetto Milan? Inter non ha vinto perché penalizzata dal calendario”
Mercato Serie A, Totti: "L'arrivo di Ronaldo? Non ci ho mai creduto, ma Dybala era possibile. I colpi migliori sono quelli di Juve e Inter"