Leao Milan
Serie A

Leao: "Difficili i primi 2 anni al Milan: devo ringraziare Pioli e Ibra. Futuro? Voglio sfruttare le opportunità che mi si presentano"

L'attaccante portoghese, in un'intervista al magazine Outpump, ha parlato di futuro ma non solo

Salvatore Delle Donne
21.09.2022 17:09

In un'intervista rilasciata al magazine Outpump, l'astro nascente Rafael Leao ha affrontato diversi argomenti: tra questi, il difficile ambientamento a Milano, l'importanza di Pioli e Ibra per la sua crescita e futuro. Queste le sue parole:

"I primi due anni al Milan sono stati difficili. Venivo dalla Francia, dove tutto era più piccolo e la vita era molto diversa. Quando arrivi al Milan, senti il peso della maglia, sai che devi essere un vincente perchè tante leggende l'hanno indossata. Dopo un processo di transizione, sono cresciuto, diventando un'altra persona e un altro giocatore. Grazie al supporto di famiglia, Pioli e Ibra. 

Zlatan è un esempio, parliamo ogni volta che possiamo. Futuro? Voglio sfruttare tutte le opportunità che mi si presentano, voglio essere protagonista e titolare nella nazionale portoghese".

Mancini, suo ex calciatore: “Mi insultava, volevo tirargli una scarpa. Minacciai i suoi figli”
Quando Sconcerti su Calciopoli disse: "Moratti deve stare attento a quello che dice, lui nel 2006 faceva pedinare i suoi dipendenti" VIDEO