Abraham Roma
Serie A

Atalanta-Roma 1-4! La Dea cade sotto i colpi di una Roma cinica e spietata: doppietta per Abraham

Con due reti per tempo la Roma regola la pratica Atalanta al Gewiss Stadium. Gasp furioso con i suoi

Salvatore Delle Donne
18.12.2021 15:52

E' un risultato sorprendente, quello maturato tra Atalanta e Roma al Gewiss Stadium. Pronti-via e gli ospiti fanno capire che per i padroni di casa non sarà affatto una gara semplice: scambio nello stretto tra Zaniolo e Abraham, quest'ultimo riesce ad entrare in area e calciare, la sua conclusione trova le deviazione fortuita di Toloi che beffa Musso. L'Atalanta non ci sta, si riversa nella metà campo avversaria con tanti uomini alla ricerca del pari, ma la Roma si difende con ordine e prova a chiudere il match in contropiede. Da uno di questi, a ridosso della mezz'ora, Zaniolo trova il raddoppio: Veretout lancia in profondità il trequartista azzurro, il quale è bravo a resistere alla carica di Djimsiti e a trafiggere il portiere atalantino. Gasperini, furioso con i suoi, decide di cambiare tutto e inserire subito Muriel: l'attaccante colombiano risponde presente e riaccende le speranze di rimonta della Dea al minuto 47 con un destro dai 20 minuti, che trova la deviazione fortuita di Cristante, beffando fi fatto Rui Patricio. I cambi effettuati all'intervallo dal tecnico nerazzurro ci restituiscono a inizio ripresa una Atalanta furiosa: prima Malinovskiy e poi Muriel impegnano severamente Rui Patricio, il quale ha il suo bel da fare per mantenere i suoi a galla. Al minuto 68 il VAR strozza in gola l'urlo dei 20 mila presenti sugli spalti: Zapata ribadisce di testa in rete sugli sviluppi di un corner, ma il gol viene annullato per fuorigioco attivo di Palomino. Come nel primo tempo, la Roma soffre ma colpisce di rimessa: al 72' punizione di Veretout che trova sul secondo palo Smalling, che di tibia batte Musso, spegnendo di fatto le velleità di rimonta dei padroni di casa. Il 3-1 consente ai giallorossi di gestire i ritmi di gioco complice un'Atalanta senza più spinta: al minuto 83 arriva anche la doppietta per Abraham, bravo a trafiggere il portiere argentino con un destro che termina la sua corsa nell'angolino. Vittoria fondamentale per la banda di Mourinho, che torna a respirare dopo le critiche piovute nelle ultime settimane e a rilanciarsi nelle zone alte della classifica. Per l'Atalanta, uno stop pesante che ridimensiona e non poco le ambizioni scudetto della Dea

Il retroscena di Cassano: "Sono stato un cretino. Avevo una panza enorme e giocavo..."
Milan, Pioli: "Fuga Inter? Lo scudetto non si vince a dicembre. Dobbiamo ritrovare la nostra qualità"