Zaniolo - Twitter
Serie A

Zaniolo, la FIGC lo demolisce: “Ha oltrepassato il limite della decenza”. Roma responsabile

Il quotidiano Il Tempo, riporta la dura accusa da parte della FIGC nei confronti del calciatore della Roma

Francesco Rossi
31.05.2022 22:22

In questi ultimi giorni, Niccolò Zaniolo si è distinto per i suoi comportamenti sia all’interno del rettangolo di gioco che all’esterno. Il talento della Roma, ha trascinato i giallorossi alla vittoria della Conference League contro il Feyenoord grazie a una sua splendida rete, ma si è reso poi protagonista di una caduta di stile degna di nota. Il giovane durante i festeggiamenti a Roma per la conquista del prestigioso trofeo, ha intonato il coro offensivo “Lazio vaf****lo”. Ciò non è passato inosservato agli organi della FIGC, la quale ha indagato e poi ha contestato al calciatore la violazione dell’articolo 4 della Giustizia Sportiva: “ovvero del dovere fatto a ciascun soggetto dell'ordinamento federale di comportarsi in ogni rapporto comunque riferibile all’attività sportiva nel rispetto dei principi di lealtà, probità e correttezza".

Nell’atto Federale, attraverso le colonne de il quotidiano Il Tempo, la FIGC ha riservato le seguenti parole nei confronti del calciatore, ovvero quelle di “aver impugnato un microfono e intonato a gran voce, verso i tifosi festanti, un coro dal contenuto ingiurioso e offensivo verso la società S.S. Lazio S.p.A. quale: Lazio Lazio vaffa****”.

La FIGC ha poi rincarato la dose affermando che il giocatore si è reso partecipe di un comportamento “grave e sconveniente", e avrebbe "oltrepassato il limite della decenza, del buongusto e della goliardia".

La Federazione bacchetta pure la Roma per avere "omesso di esercitare un preventivo potere di verifica e controllo sui comportamenti dei propri tesserati"

 

 

 

Bergomi: “Scudetto Milan? Inter non ha vinto perché penalizzata dal calendario”
Chiellini prossima stella all'Allianz Stadium? Ecco i 50 nomi dei campioni presenti