Pistocchi e Facchetti - Twitter
Serie A

Pistocchi duro: “Facchetti? I retrocessi in B portano i paraocchi con la loro reputazione”

Il giornalista sportivo ha fatto gli auguri alla bandiera dell’Inter via Twitter, replicando ai commenti polemici su Calciopoli

Francesco Rossi
09.08.2022 18:32

Il giornalista sportivo Maurizio Pistocchi ha fatto gli auguri di buon compleanno via Twitter alla bandiera storica dell’Inter, Giacinto Facchetti, scomparso anni fa. Il giornalista ha voluto ricordare lo storico giocatore italiano con il seguente tweet, il quale ha scatenato però una polemica con alcuni tifosi anti Inter, i quali hanno accusato Facchetti di essere coinvolto nella vicenda Calciopoli

Oggi avrebbe compiuto 80 anni Giacinto #Facchetti . È stato un campione di sportività e correttezza, dentro e fuori dal campo, esempio per i giovani e per chi ama il Calcio, Chi ha avuto la fortuna di conoscerlo lo sa R.I.P”

Alcuni utenti hanno chiesto polemicamente a Pistocchi, se lui avesse ascoltato le intercettazioni che - secondo loro - sarebbero la prova di un coinvolgimento di Facchetti per quanto concerne Calciopoli. Il Pallone Gonfiato ha riportato alcune risposte del giornalista a riguardo: 

Tutti chiamavano i designatori, non era vietato. Era vietato condizionare le griglie arbitrali e fornire schede svizzere agli arbitri”

#Facchetti riceveva telefonate dai designatori per evidenti finì. Ma chi lo ha conosciuto sa chi era e cosa rappresenta. Lo sport , semplicemente”

Sempre riguardo a una presunta colpevolezza nei riguardi di Facchetti, Pistocchi ha dichiarato: “Non c’è mai stato un processo, non può esserci una sentenza”. 
 

Poi una stoccata agli juventini: “I paraocchi li porta chi è retrocesso in serieB con la sua reputazione”

 

 

Cassano: "Sapete cosa mi dicevano le donne? Il calcio fa miracoli"
Bremer, c'è la Juventus in pole position: l'Inter vira su Demiral