Domani sera andrà in scena il posticipo della 24esima giornata di Serie A tra Juventus e Torino, in programma alle 20:45 all’Allianz Stadium di Torino. Il tecnico dei bianconeri, Massimiliano Allegri, è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match. Di seguito le parole riportate integralmente da TMW.

Cosa rappresenta il derby per lei?
“Domani è l’ultima telecronaca di Enrico Zambruno, più di 1200 quindi ti faccio un grande in bocca al lupo per l’avventura. Il derby è sempre una partita importante per entrambe, soprattutto per noi. Dobbiamo continuare questa scalata incrementando i nostri punti in campionato”.

Come sta Chiesa?
“Ieri ha fatto allenamento con la squadra dopo sei giorni così così in termini di lavoro. Difficilmente potrà partire dall’inizio, giocatori che arrivano da un lungo periodo di inattività vanno gestiti. Però sta bene”.

Bonucci può giocare dall’inizio?
“Leo sta molto meglio, sono molto contento perché ha ripreso confidenza con il campo. Sta bene ma si siederà di nuovo vicino a me domani”.

Pogba come sta?
"Sta meglio, domani è convocato. Se c'è bisogno domani lo metteremo dentro, sicuramente non ha un minutaggio altissimo".

Vlahovic gioca domani?
"Sta bene, ora a parte Milik che rientrerà dopo la sosta, Kaio e Locatelli squalificato, Miretti che torna dopo il derby, tutti gli altri stanno bene. Col Torino è sempre complicato giocare, bisogna portare gli episodi dalla nostra parte".

Questa inizia a essere la vera Juve? Che significato ha questo derby?
"Questa partita ha il valore che deve avere, noi dentro al campo, indipendentemente da quello che succede fuori, dobbiamo fare i punti per rimanere nelle prime quattro. Domani sarà difficile, in Champions abbiamo fallito. Ora a dire che Pogba può fare il titolare della Juventus dopo 315 giorni senza giocare ce ne passa, Chiesa che è stato fermo 10 mesi stessa cosa. Ci vuole un po' di pazienza".

Cosa si aspetta da Pogba da qui alla fine?
"Ci ho parlato come faccio von gli altri giocatori. Lui deve capire che è un pezzo importante di stagione per rimettersi in corsa, deve avere tutti gli stimoli per fare un bel pezzo finale di stagione e che ci dia una mano".

Cosa si aspetta da Paredes?
"Ha alternato prestazioni buone a meno buone. Per noi è importante, da qui alla fine tutti devono dare una mano".

In cosa deve migliorare ancora Vlahovic?
"Quel lavoro con Dusan lo facciamo con tutti i giocatori per migliorare quelle che sono le caratteristiche dei giocatori. Ha tutto il tempo per migliorarsi, Chiellini quando ha finito di giocare aveva un sinistro delizioso perché a fine allenamento si fermava per migliorare".

Il nipotino cosa vorrebbe dal derby?
"Mette sempre in guardia, le partite da vincere son sempre difficili. Vincere è straordinario, il derby di domani sarà molto complicato. Ha un'organizzazione e giocatori di buona qualità".

La squadra ha superato lo shock del -15?
"Ha superato il -15. Abbiamo ben chiaro il mini obiettivo di prendere il pallone e non perdere certezze perché abbiamo fatto 47 punti. Noi sappiamo che dobbiamo cercare di arrivare a fine stagione avendo fatto i punti che ci consentono di arrivare nelle prime quattro. Al netto di sanzioni. Dobbiamo far questo, abbiamo semifinale di Coppa Italia, ottavo di finale di Europa League".

LEGGI ANCHE: Lazio-Sampdoria, i convocati di Sarri: rosa al completo per la sfida di questa sera

Didier Deschamps e il suo attacco all'Italia: "Fu avvantaggiata agli Europei, ecco perché"
Monza, la nuova manovra di Berlusconi: il club alla ricerca di nuovi investitori

💬 Commenti