Serie A

Montipò: "Voglio conquistare la Nazionale. Giroud è l'attaccante più forte in Serie A"

Le parole dell'estremo difensore scaligero sul Verona, il sogno della Nazionale, l'attaccante più forte del campionato e Tammy Abraham

Filippo Rocchini
18.02.2022 10:45

L'estremo difensore dell'Hellas Verona ha parlato ai microfoni della “Gazzetta dello Sport”. Ecco le sue dichiarazioni:

Sul Verona e la Nazionale:
“Si tratta di un trampolino per restare ad alti livelli in A, magari anche rimanendo qui per anni. Ma soprattutto per conquistare la Nazionale: dopo l’Under, è un sogno che coltivo da molto e spero di arrivarci prima o poi. Ci vuole ambizione e il posto giusto per soddisfarla. Verona può essere il posto giusto”.

Su Abraham:
“È pericoloso perché è molto fisico e allo stesso tempo molto tecnico. E ha già segnato tantissimo per essere al primo anno in Italia. Giocarci contro è una grande opportunità per me: io le sfide le vedo così”.

L'attaccante più forte della Serie A:
“Forse Giroud. Contro di noi ha fatto uno stupendo gol di testa, ne è stata sottovalutata la difficoltà. È davvero un grande attaccante e sta dimostrando che vale ancora tanto. Complimenti al Milan, non molti avrebbero scommesso su di lui. E poi ha sfatato pure il tabù della maglia numero 9 rossonera”.

I compagni al Verona:
“Dire gli attaccanti, con tutti le reti che segniamo, sarebbe facile ora. Ma se devo scegliere in rapporto a età e qualità, dico Ivan Ilic. È un 2001, mi impressiona la personalità che mette in campo: come se giocasse in A da anni. In generale comunque non mi aspettavo compagni così forti, anche quelli che subentrano sono di grande qualità. E Tudor aiuta tutti a esprimerla. Ci ha dato una svolta sotto il profilo mentale. Diciamo che è un bel martello. Ci spinge ad andare oltre i nostri limiti e questo lo si vede in partita, perché pressiamo per 90 minuti e cerchiamo di imporci a livello fisico. Anche all’Olimpico ci proveremo”.

LEGGI ANCHE: Focolari: “Uno schifo l'insulto di Cutrone a Cragno. Il Giudice Sportivo può dargli cinque giornate di squalifica”

ESCLUSIVA IPG - John O'Shea: "Trapattoni e Ferguson straordinari. Cristiano Ronaldo sempre motivato"
Marchisio, Sala e Giletti presentano Juventus-Torino: "Il derby è il romanzo della città tutto da scrivere"