Fabio Cannavaro (Zimbio)
Qatar 2022

Italia, Cannavaro: "Mi vengono i brividi per quello che siamo riusciti a fare nel 2006, ma essere spettatori a Doha è un disastro, è tristezza"

Il campione del mondo del 2006 sulla mancata partecipazione dell'Italia ai Mondiali in Qatar 2022

Serena Baldi
20.11.2022 12:13

Fabio Cannavaro è uno dei giocatori che portò l'Italia sul tetto del Mondo nel 2006. Ecco cosa racconta a Il Mattino degli azzurri e del mancato accesso al Mondiale in Qatar.

italia, Fabio Cannavaro campione del mondo del 2006

LEGGI ANCHE: Zazzaroni attacca Infantino: “Ha detto una fregnaccia sul Mondiale...”

Italia, le dichiarazioni di Cannavaro sul mancato accesso ai Mondiali

Sui danni causati dalla mancata qualificazione
Ci sono generazioni di bambini che non sanno cosa è un Mondiale. In tanti, magari, dopo la scuola, in questi giorni, si sarebbero dati appuntamento con la maglia azzurra e le bandiere per fare il tifo. Per un calciatore, poi, è una cosa unica, non c’è nulla di paragonabile: rappresenti il tuo paese, se vinci sei campione del mondo. Campione del mondo. Solo a dirlo mi vengono i brividi per quello che siamo riusciti a fare nel 2006. Chi inizia a giocare nelle scuole calcio pensa al Mondiali, ad alzare quel trofeo che è il più piccolo di tutti, ma è il più pesante del pianeta”.

Però, in molti dicono che abbiamo vinto l’Europeo e dobbiamo essere contenti.
“Per carità, è una cultura da piccoli, di chi si deve leccare le ferite e che finge che non c’è un problema. Nessuno sminuisce la portata di quel successo, ma essere spettatori a Doha è disastro, una tristezza”.

LEGGI ANCHE: Sacchi sul Mondiale: "Hanno grandi campioni e un gioco piacevole. Le sudamericane possono essere avvantaggiate per un motivo..."

Cassano attacca l'ex attaccante: "Si alza la mattina e spara cose allucinanti"
Turiamoci il naso e votiamo Qatar 2022? Riflessioni sparse sul Mondiale più controverso di sempre