Luigi De Siervo
Calcio

I dati della pirateria audiovisiva nel 2021, De Siervo: "La Serie A ha perso un miliardo in quattro anni, ora basta"

La nuova indagine sulla pirateria è stata presentata questa mattina: ecco le percentuali di incidenza del fenomeno e le stime delle perdite di fatturato nello sport e in altri campi

Filippo Rocchini
21.06.2022 16:18

“Dobbiamo parlare di un miliardo di euro perso in quattro anni  per colpa della pirateria. Nell’anno del Covid poi abbiamo perso un altro miliardo e mezzo di euro per la pandemia. Questo è un mondo in cui i tanto bistrattati presidenti dei club hanno perso risorse importantissime, senza aiuti da parte del Governo. Il calcio si sta alzando da solo grazie all’impegno di Sky, di Dazn, del nostro pubblico. E qui sta il punto dolente: spero che la festa della pirateria sia finita”. Lo ha detto Luigi De Siervo, amministratore delegato della Lega Serie A, intervenuto agli “Stati generali della lotta alla pirateria tra legalità e sicurezza” in scena all’auditorium dell’Ara Pacis, a Roma. In occasione dell'evento, la nuova indagine sul fenomeno, condotta dalla società Ipsos per conto di FAPAV (Federazione per la Tutela delle Industrie dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali), è stata presentata questa mattina. I dati confermano un aumento nell’ultimo anno dell’incidenza complessiva della pirateria tra la popolazione adulta, ma contestualmente registrano un calo rilevante nel numero di contenuti audiovisivi piratati: in sostanza la pirateria in Italia avanza in termini di audience ma decresce sotto il profilo della frequenza. Per quanto riguarda gli sport live, se nel 2019 la percentuale di fruizione si attestava al 10%, nel 2021 sale al 15%. 

“Ci sono due temi fondamentali: uno è quello dell’educazione alla legalità in un Paese dove metà dei nostri giovani delinque senza averne coscienza; l’altro è che siamo in un sistema di regole e dobbiamo fare rispettare. Dobbiamo recuperare quelle risorse perse. Se il mondo digitale ha creato il problema, sarà lo stesso mondo a portarci fuori. E’ arrivato il momento che il lavoro svolto dal Parlamento arrivi a un risultato concreto. Dobbiamo fare la storia della legalità dei prossimi anni”, ha concluso l’ad della Lega Serie A, protagonista nell’ultima assemblea di un’accesa discussione con il presidente Lorenzo Casini.

I DATI DELLA PIRATERIA AUDIOVISIVA NEL 2021: 
43%: incidenza complessiva della pirateria (di film, serie/fiction, programmi e sport live)
15%: incidenza della pirateria di sport live
23%: incidenza delle IPTV illegali anche solo in prova/senza abbonarsi
267 milioni di euro: la stima del danno in termini di fatturato perso direttamente a causa della mancata fruizione legale di sport live piratati nel 2021
1,7 miliardi di euro: la stima del fatturato perso da tutti i settori economici italiani a causa della pirateria di film, serie/fiction e sport live.

LEGGI ANCHE: Ziliani duro su DAZN: “Disastrosi. Alzano i prezzi invece che scusarsi. Dati ascolto farlocchi”

Moggi asfalta Ancelotti: “Eri amico di Meani che si incontrava con Collina al ristorante”
Calciomercato Bologna: Svanberg ha chiesto la cessione, Strand Larsen si avvicina e spunta l'idea Ilicic