Massimo Mauro (foto pagina Facebook)
Calcio

Mauro attacca: "Lautaro ha simulato. A cosa serve il Var?"

Il pensiero di Massimo Mauro sul primo rigore concesso all'Inter in finale di Coppa Italia

Francesco Perna
12.05.2022 17:00

L'ex bianconero Massimo Mauro, in un suo intervento per La Repubblica, ha espresso più di qualche dubbio sulla decisione di Valeri di assegnare il rigore sul contatto Bonucci-Lautaro. Queste le sue considerazioni:

LEGGI ANCHE: Pistocchi sentenzia: "Milioni di italiani si chiedono se era rigore su Lautaro e chi ha dato la pedata ad Allegri"

il povero arbitro Valeri è andato al video convinto di confermare quello che aveva visto sul rigore di Lautaro, e non se l'è sentita di cambiare la sua decisione del campo. Se non ci fosse il Var direi 'va bene così', ma in questo caso... La controprova di quello che dico è il secondo rigore, che Valeri non dà: poi però, visto al Var, è costretto a darlo. Il rallentatore mistifica la realtà, i due rigori di stasera ne sono la prova. L'uso di questo aggeggio è cervellotico, e mi meravigliano gli uomini di calcio, telecronisti e talent che ne parlano bene. La tecnologia deve essere usata, ma per migliorare. Invece qui si peggiora costantemente". La controprova di quello che dico è il secondo rigore, che Valeri non dà: poi però, visto al Var, è costretto a darlo. Il rallentatore mistifica la realtà, i due rigori di stasera ne sono la prova. L'uso di questo aggeggio è cervellotico, e mi meravigliano gli uomini di calcio, telecronisti e talent che ne parlano bene. La tecnologia deve essere usata, ma per migliorare. Invece qui si peggiora costantemente". La controprova di quello che dico è il secondo rigore, che Valeri non dà: poi però, visto al Var, è costretto a darlo. Il rallentatore mistifica la realtà, i due rigori di stasera ne sono la prova. L'uso di questo aggeggio è cervellotico, e mi meravigliano gli uomini di calcio, telecronisti e talent che ne parlano bene. La tecnologia deve essere usata, ma per migliorare. Invece qui si peggiora costantemente".

Stipendi ciclisti 2022, la top 20 dei più pagati: Pogacar il paperone del gruppo, bene Nibali
Rocchi: "Vorremmo riavere arbitri con la A maiuscola. Il VAR sta portando tanta giustizia"