Agnelli e John Elkann - Twitter
Calcio

Plusvalenze, difesa Juve: "Inattendibile usare sito specializzato per valutazione giocatori"

La Juventus, difesa dall'avvocato Sangiorgio, ha provato a smontare il teorema accusatorio della Procura federale contestando il criterio per la valutazione dei giocatori

Francesco Perna
14.04.2022 15:40

Al processo contro le plusvalenze la difesa della Juventus ha messo in discussione il modello con cui la Procura ha ridefinito il valore dei giocatori fissando un “prezzo giusto” su cui poi è stata calcolata la plusvalenza fittizia. Tra le procedure c'è anche la scelta di contestate, come forma di ulteriore controllo, le nuove con il sito tedesco Transfermarkt, cosa che emerge chiaramente nel deferimento. Gli avvocati della Juve hanno portato all'attenzione del Tribunale alcuni elementi che mettono in discussione la credibilità dei dati di Transfermarkt.

LEGGI ANCHE: Serie A, le ultime sulle probabili formazioni della 33^ giornata di campionato

Plusvalenze, ecco i parametri della Procura per la valutazione dei giocatori

I parametri con cui la Procura federale giudica il valore di un giocatore sono cinque: età, carriera, ruolo, contratto (ingaggi, durata dei contratti) e storia dei trasferimenti. Attraverso questi parametri la Procura ha stabilito il cosiddetto valore "rettificato" spesso molto distante da quelli iscritti invece a bilancio dai club. Da questo nascono le accuse di plusvalenze fittizie

Stipendi ciclisti 2022, la top 20 dei più pagati: Pogacar il paperone del gruppo, bene Nibali
Roma, ecco quanto vale l'accesso alle semifinali di Conference League