Joshua Zirkzee é il primo nome del mercato estivo del Milan per quanto concerne i rinforzi nel reparto offensivo. Con Doye, Aebischer, Freuler, Calafiori, Posch e Kristiansen per dirne alcuni fa parte della colonia di 9 giocatori del Bologna che sono presenti agli europei con le rispettive nazionali e che hanno trascinato i felsinei ad una storica qualificazione in Champions League che mancava dall'unica partecipazione nella stagione 1964-1965.

La dirigenza emiliana non vuole cedere a cuor leggero uno dei suoi gioielli e ha fissato il prezzo del cartellino a 40 milioni. Cifra che i rossoneri sono disposti ad assecondare ma ad aver fatto arenare la trattativa, sono le richieste fatte dal suo agente: ben 15 milioni di euro che porterebbero l'esborso totale a 60 milioni. Per questo si stanno valutando alternative come Depay e il nome nuovo spuntato nelle ultime ore, Artem Dovbyk del Girona.

Dovbyk, il capocannoniere della Liga

L'arrivo di Dovbyk dagli ucraini del Dnipro-1 ad agosto 2023 per 7,75 milioni di euro, a posteriori si può dire che ha rappresentato non solo il colpo di mercato ma dell'intera stagione del Girona. Infatti con i suoi 25 gol e 10 assist messi a segno nella Liga, ne ha conquistato il titolo di capocannoniere e ha permesso anche al club catalano, di conoscere per la prima volta la gioia della partecipazione alla Champions League.

 

Milan, Dovbyk l'alternativa a Zirkzee

Artem Dovbyk
Artem Dovbyk (ph. Depositphotos)

L'attaccante ucraino impegnato ad Euro2024 con la sua nazionale, con Zirkzee non condivide solo il merito di aver fatto assaporare l'aria della massima competizione europea per club a due piazze poco avvezze, ma anche il prezzo del cartellino. Il ds dei catalani Quique Carcel ha infatti fatto sapere che andrà via per 40 milioni di euro a salire, lanciando un avviso al Milan e aprendo alle trattative per la cessione:

Non dobbiamo comprare per vendere, dobbiamo comprare per consolidare il progetto. E non voglio vendere Dovbyk, ma se pagano 40 milioni non puoi fare niente, va venduto. La cosa più importante è sfruttare tutto questo per consolidare il Girona nell’élite

LEGGI ANCHE: Milan: Fonseca o meno, società allo sbando. Tifosi, sicuri che Conte fosse il profilo giusto?

   

Bruno rivela: "Vialli? Lo menavo ma mi disarmava. Di Canio? Un gran cacacazzi, piagnucolava..."
Euro 2024, le pagelle di Croazia-Italia: Zaccagni e Calafiori salvano gli azzurri

💬 Commenti