Silvio Berlusconi, presidente dell'AC Monza (ph.zimbio)
Serie A

Monza in A, Berlusconi: “Ora vogliamo vincere il campionato e poi andare in Champions League. Galliani..."

E' grande festa per il Monza che per la prima volta riesce a conquistare la Serie A. Le prime dichiarazioni di Berlusconi e Galliani dopo il match contro il Pisa

Serena Baldi
30.05.2022 09:56

Un sogno diventato realtà: il Monza per la prima volta vola in Serie A. Il presidente Silvio Berlusconi al termine della vittoria contro il Pisa di ieri, come riportato da calciomercato.com , ha parlato del presente e del futuro del club brianzolo: 

"Abbiamo combattuto per un lungo anno e abbiamo raggiunto un traguardo storico. Il Monza non era mai stato in serie A e oggi ci è riuscito. È una cosa meravigliosa per noi e per tutti i cittadini della Brianza. Grande gioia, il Monza è stato fondato nel 1912 e non era mai andato in A. Ora ci siamo, la Brianza ha la squadra che merita, ha più di 70 mila imprenditori ed è giusto che abbia una squadra forte in Serie A. Ora vogliamo vincere il campionato e poi andare in Champions League. Quest'anno due gioie per me dopo lo scudetto del Milan”

Ai microfoni di Sky, anche Adriano Galliani, brianzolo doc, si è mostrato molto emozionato e orgoglioso di questo traguardo raggiunto: 

"È un sogno che si realizza. Io sono di Monza e sono particolarmente felice ed emozionato. È la prima volta in 110 anni che si riesce ad andare in serie A. Dopo tanti anni, da ex tifoso bambino che veniva allo stadio con la mamma, sono davvero felice."Pensavamo di salire in A già l'anno scorso, un obiettivo che abbiamo sfiorato. Pensare a un Monza-Milan di campionato è un sogno incredibile. Come ho resistito a queste emozioni? Non ho visto il gol del Pisa che ci ha portati ai supplementari. Il mercato? Io sono spendaccione di natura..."

LEGGI ANCHE: Monza batte il Pisa ai supplementari e conquista la Serie A!

Bergomi: “Scudetto Milan? Inter non ha vinto perché penalizzata dal calendario”
F1 GP Monaco, Turrini ironico: "Mi è venuto il sospetto che al muretto Rosso ci fosse Max Allegri"