Dionicio Farid
Serie A

Si finge calciatore della Juventus per mesi e spopola sui social: una storia clamorosa

La storia di Dionicio Farid, un ragazzo messicano che ha fatto credere in patria di essere un calciatore della Juventus

Francesco Rossi
16.10.2022 17:16

Storie assurde e costruite su delle vere e proprie menzogne, sono sempre più in voga sul web ma ciò che è successo in Messico, ha dell’incredibile in ambito calcistico. Un ragazzo di nome Dionicio Farid, iniziò mesi fa a postare sul proprio profilo Instagram delle foto che lo ritraevano in campi di allenamento con tuta e maglie da gioco della Juventus. Fino a qui niente di strano, ma il dettaglio più clamoroso quanto determinante è uno: il ragazzo dichiara ai propri followers di essere un calciatore della Juventus. L’incredibile menzogna viene creduta dalle persone presenti sul famoso social network, tanto da far accrescere sempre di più i followers nella pagina del truffatore e che spingono il ragazzo a “migliorarsi” nei contenuti fake. Infatti, Dionicio inizia a postare foto false, fotomontaggi e notizie fake che lo riguardano, conquistando sempre di più la fiducia di chi lo segue. 
 

Il millantatore ha addirittura dichiarato di essere entrato nella Primavera della Juventus e di essere sotto l’osservazione del tecnico della Prima Squadra, Massimiliano Allegri. Per dimostrare ciò, si è messo giù d’impegno nel fare fotomontaggi che lo ritraevano con dei ragazzi giovani della Primavera bianconera. Alcuni quotidiani di spessore messicani, hanno addirittura dato spazio a Dionicio, pubblicando articoli su di lui e la sua “storia”. Come tutte le storie false di un truffatore, il ragazzo è stato scoperto dai suoi followers e la sua unica mossa è stata una soltanto: sparire. Dunque niente scuse da parte sua per aver preso in giro migliaia di persone. D’altronde i truffatori non chiedono mai scusa e l’opzione “sparizione” è sempre in cima alla lista, una volta che il castello di bugie va verso l’inesorabile distruzione. Il racconto in questione dimostra come social e pure media di rilievo, possono essere aggirabili da fake news di basso livello e truffe di ogni tipo in questa giungla chiamata web. 

Bargiggia contro Lautaro: "Sento puzza di gossip. Improvvisazione e tanto altro..."
Napoli-Bologna, le formazioni ufficiali: Raspadori dal 1', Zirkzee al posto dell'infortunato Arnautovic