Carte negate a Cristiano Ronaldo, i pm: "Non ha titolo per riceverle"
Serie A

Carte negate a Cristiano Ronaldo, i pm: "Non ha titolo per riceverle"

La Procura di Torino ha negato al portoghese gli atti d'inchiesta sul club bianconero perché "non ha titolo per riceverli"

Ludovica Carlucci
05.12.2022 10:31

Cristiano Ronaldo perde il suo primo ‘match’ con la Juventus. E' quanto dichiarato da l'edizione odierna de Il Fatto Quotidiano che spiega come la Procura di Torino abbia negato al portoghese (tramite i suoi avvocati) gli atti d'inchiesta sul club bianconero, perché "non ha titolo per riceverli".

Ricordiamo che l'ex Real Madrid si è affidato ad un team legale per chiarire la posizione della Juventus nei suoi confronti. L'attaccante, ci fa sapere Il Fatto Quotidiano, di carte ne ha già in mano tre: si tratta di altrettante scritture private con le quali, dopo aver rinunciato a quattro stipendi, si assicurava di recuperarne tre: sia se restava a Torino (“premio fedeltà”) sia se andava via (“incentivo all’esodo”). Sul piatto, dunque, ballano 19.5 milioni di euro. Ecco quanto dichiarato dal quotidiano: "Cristiano Ronaldo ha in mano un tris d’assi eppure, alla Procura, chiede un altro giro di carte", spiega ancora il Fatto. "Ma se già le avesse in mano, leggerebbe che l’agente sportivo Alessandro Lucci (Bonucci e Cuadrado), coi pm, definisce “quelle scritture private” prive di “valore per la tutela legale”. Bella partita: e ora chi – e soprattutto come – farà l’all in?".

LEGGI ANCHE: Caos Juventus, Grassani: "Indagine più pesante di Calciopoli. Rischia l'esclusione dalla Serie A, la retrocessione e la perdita del titolo di campione d'Italia"

Vlahovic per il futuro della Juve, il dubbio di Chirico: "E' davvero giusto per questa squadra o era meglio far rinnovare Dybala?"
Giroud-Milan, il faccia a faccia decisivo per il rinnovo sarà anticipato. Incontro subito dopo il Mondiale