Luigi De Siervo (Ph. Twitter)
Serie A

De Siervo attacca: "La politica ha dimostrato ancora una volta di non aver capito l’importanza dello sport"

Le parole dell'amministratore della Lega Serie A Luigi De Siervo sulla situazione Covid-Sport in Italia

Francesco Perna
24.01.2022 11:40

Luigi De Siervo, amministratore delegato della Lega Serie A, ha parlato della capienza degli stadi e delle decisioni del Governo a La Gazzetta dello Sport. Queste le sue dichiarazioni: “Nonostante il lavoro del sotto segretario allo Sport Valentina Vezzali la politica, ancora una volta, dimostra di non aver capito l’importanza dello sport per gli italiani e soprattutto della Serie A, che dovrebbe essere la locomotiva e che invece viene abbandonata con danni permanenti. Ricordiamo che il calcio è una delle principali 10 industrie italiane: appassiona oltre 32 milioni di persone e dà lavoro a più di 300mila. Sono numeri che meritano considerazione e rispetto da parte del governo: versiamo ogni anno 1,2 miliardi di contribuzione”.

LEGGI ANCHE: Capello sicuro: "Meglio la Juve rispetto al Milan. Finalmente si vede il lavoro di Allegri"

Sulla capienza degli stadi

“La delibera dell’Assemblea riguardava le giornate di gennaio, per cui da febbraio torneremo certamente al 50%, ma, col supporto del sottosegretario Vezzali ci aspettiamo di salire subito dopo al 75 o poi al 100% come già avviene in Inghilterra. Oltre al danno economico l’assenza di pubblico è anche un danno sportivo”.

Stipendi ciclisti 2022, la top 20 dei più pagati: Pogacar il paperone del gruppo, bene Nibali
Marelli fa infuriare i tifosi di Milan e Juventus: “I rigori? Non c’erano, contrasti con gambe che si incrociano”