Biasin contro Dybala
Serie A

Biasin: "Inter, devi augurarti tante cose! In queste condizioni puoi perdere anche contro l'oratorio Don Mazzi"

Il giornalista ha commentato lo scivolone dell'Inter per mano del Sassuolo sulle pagine dell'edizione odierna di Libero

Ludovica Carlucci
21.02.2022 17:22

L'Inter è caduta clamorosamente in casa per mano del Sassuolo. A commentare lo “scivolone” nerazzurro è intervenuto anche il giornalista Fabrizio Biasin che sulle pagine dell'edizione odierna di Libero ha scritto: "Rapido elenco di problemi osservati ieri in casa Inter: il portiere sloveno (Handanovic) non para, l'attaccante argentino (Lautaro) non segna, quello cileno (Sanchez) neppure, il sostituto tattico (Barella) dell'insostituibile (Brozovic) non è a suo agio, il centrocampista che non gioca mai (Gagliardini) ti fa capire perché non gioca mai, tutti gli altri sono in giornata fisicamente e tecnicamente imbarazzante. Fine dei problemi. Ecco, in queste condizioni puoi perdere anche contro l'oratorio Don Mazzi, figurati contro il Sassuolo dell'ottimo Dionisi.

Biasin ha aggiunto: "Questi qui, gli emiliani, in questa stagione hanno già battuto la Juve a Torino e il Milan a San Siro e tu (e qui tiriamo in ballo Inzaghi) dovevi immaginarti che non sarebbe stata una passeggiata. L'Inter no, non l'ha immaginato, ed è quello che ci viene da pensare dopo aver assistito ai primi 25' di gioco, quelli in cui gli ospiti non solo hanno segnato, ma hanno fatto il bello e cattivo tempo. I nerazzurri, reduci dalle fatiche di Champions, sono parsi stravolti ma, soprattutto, supponenti. Una cosa del tipo «ok, siamo i Campioni d'Italia, in qualche modo ci riprendiamo la vetta». Neanche per idea. L'Inter, banalmente, non è una squadra perfetta e se non sei perfetto te la puoi cavare solo con l'applicazione. Ieri, l'applicazione, si è vista solo quando ormai era troppo tardi. Se questa squadra intende bissare il trionfo dell'anno passato deve augurarsi tante cose, ma soprattutto una: che Brozovic non salti mezza partita. E questo perché è fortissimo lui (detta i tempi, dà sicurezza, mette la colla alla fase difensiva, olia quella offensiva), ma soprattutto perché l'Inter non dispone di un sostituto che gli assomigli neppure alla lontana. No Brozo, no party", conclude Biasin. 

LEGGI ANCHE: Clamoroso da Milano, Berardi attaccato sui social dai tifosi nerazzurri: "Pagliaccio e simulatore di m****"

Che squadra tifa Adani? Il commentatore ha due passioni: ecco quali!
Cagliari-Napoli, le formazioni ufficiali: cambio modulo per Spalletti, out Osimhen