Jurgen Klopp
Premier League

Klopp: "Tutti sapevano la provenienza dei soldi di Abramovich, ora non ci va più bene e copriamo con le sanzioni”

Il tecnico del Liverpool ha detto la sua sulla questione Abramovich-Chelsea e le sanzioni del Governo. Ecco la sua analisi

Filippo Rocchini
13.03.2022 19:17

"Mi dispiace per Tuchel, che conosco bene, per i giocatori del Chelsea e per tutti quelli che lavorano nel club. Quel che è successo nel mondo  non dipende da loro. Solo un uomo in primo luogo è responsabile per tutto questo ed è Vladimir Putin".

Jurgen Klopp, allenatore del Liverpool, ha parlato delle sanzioni nei confronti di Roman Abramovich e di conseguenza del Chelsea, lanciando un'accusa nei confronti del mondo del calcio: "Non conosco il ruolo di Abramovich, ma qualche legame forse c'è. Ma faccio una domanda: a qualcuno è importato qualcosa quando ha comprato il Chelsea? E con il Newcastle? I tifosi si sono preoccupati? Sapevamo tutti da dove venissero quei soldi, ma l'abbiamo accettato". Solo che ora non ci va bene e copriamo tutto con le sanzioni. L'errore è nostro. Non del Chelsea. Ora dovremo stare più attenti. Penso che il governo abbia fatto bene, a esser onesto. Anche se è ovvio che dispiaccia per i tifosi del Chelsea. Ma quel che ha fatto il Governo è giusto.”

 

Cosa ne pensate? Siete d'accordo?

LEGGI ANCHE: Chiellini: “Euro2020? Gli inglesi avevano più pressione di noi. Pogba? E' il LeBron James del calcio”

 

Club più corrotti, la classifica di Benfica TV: presenti quattro italiane, furia tifosi Juventus
Torino-Inter, le formazioni ufficiali: Dzeko-Lautaro sfidano Belotti