Ospite del podcast BSMT condotto da Gianluca Gazzoli, Christian De Sica è ritornato a parlare dei cinepanettoni: "Il primo grande successo personale è arrivato dopo Yuppies a Milano dove è nata la coppia Boldi e De Sica. L'alchimia era come Don Chisciotte e Sancho Panza. Io ero il carnefice e lui la vittima. Pensa che quest'anno sto girando un film Cortina Express con Lillo e altri attori a Cortina d'Ampezzo. Tu pensa da quanti anni sto facendo questa storia".

De Sica e il retroscena su De Laurentiis

Poi l'aneddoto sul presidente del Napoli: "Il più grande successo al botteghino è stato Natale sul Nilo che incassò 42-43 milioni di euro. Una follia se pensiamo agli incassi di oggi. Dopo quel film De Laurentiis si è comprato il Napoli. Il mio film preferito è Natale al Rio senza Boldi ma con Massimo Ghini che mi faceva ridere molto".

Aurelio De Laurentiis
De Laurentiis

De Sica e la fine del rapporto lavorativo con Boldi

In chiusura, De Sica ha chiarito i motivi della fine del sodalizio con la sua grande spalla nei cinepanettoni per oltre 10 anni: "Massimo Boldi va via da De Laurentiis perché voleva fare film per conto suo. Non abbiamo litigato ma semplicemente Boldi aveva deciso di firmare un contratto con Medusa. Quindi non è successo nulla di grave tra di noi, io non mi potevo muovere perché ero sotto contratto con De Laurentiis. Poi cinque anni fa ho fatto una reunion con lui come regista e attore in Amici come prima". 

LEGGI ANCHE: Vessicchio: "Serie A sempre più fasulla. C'è una squadra favorita dal calendario"

Temptation Island 2024, anticipazioni del 24 luglio: dalle lacrime di Raul al ritorno di Lino
Cerchione: “Cristiano Ronaldo la vera palla al piede del Portogallo. È stato il meme di tutto Euro 2024. Soffre troppo il peso...”

💬 Commenti