Nel turbolento scenario calcistico della Lazio, l'ombra dell'addio di Maurizio Sarri si fa sempre più concreta, e il nome del possibile successore comincia a circolare con insistenza: Raffaele Palladino.

Dopo una serie di alti e bassi durata tre stagioni, la sconfitta contro il Bayern Monaco sembra essere la goccia che fa traboccare il vaso per Sarri. Con una distanza di sette punti dalla quinta posizione, che teoricamente potrebbe garantire un'altra stagione in Champions League, la speranza di una rimonta è ancora viva. Ma il sentimento generale è che il tecnico non ritenga più sostenibile il suo ciclo alla Lazio.

Palladino il candidato principale 

Secondo fonti dell'edizione romana de La Repubblica, il candidato principale a prendere le redini della squadra biancoceleste è Raffaele Palladino, attuale allenatore del Monza. La sua esperienza positiva con i brianzoli potrebbe essere il punto di svolta ideale per la Lazio, che cerca di ritrovare slancio e ambizioni competitive.

Palladino, ex attaccante di fama, ha dimostrato abilità manageriali di alto livello nel corso della sua esperienza sulla panchina del Monza. Lotito, presidente della Lazio, sembra interessato a sfruttare questa competenza per dare nuova linfa alla squadra.

Il processo di successione dipenderà anche dalla volontà e dalla capacità di conferma da parte di Lotito. Se il presidente dovesse optare per un cambiamento, Palladino emerge come il principale favorito per ereditare la guida tecnica della Lazio. Il suo stile di gioco aggressivo potrebbe rinvigorire la squadra, aprendo nuove prospettive e ambizioni per la prossima stagione.

LEGGI ANCHE: Lazio eliminata, Immobile risponde alle critiche: "Ora rialziamoci!" (FOTO)

 

Dove vedere Inside Out 2, streaming gratis Netflix, Now o Prime Video?
Juventus, un terzo della rosa in bilico: tutti i nomi sul tavolo

💬 Commenti