Nell'ambito di una recente intervista rilasciata a Gazzetta.it, Alessio Tacchinardi, ex centrocampista della Juventus, ha condiviso le sue opinioni sulle questioni che riguardano il club bianconero. In particolare, ha sottolineato l'importanza per la società di definire una visione chiara per il futuro, considerando al contempo gli errori commessi durante la stagione appena conclusa.

Tacchinardi ha espresso il proprio punto di vista anche sulla scelta del direttore sportivo e dell'allenatore, concentrandosi sull'attuale tecnico Massimiliano Allegri. Secondo l'ex calciatore, sarebbe opportuno valutare se Allegri, nonostante un passato di successi innegabili, possieda ancora le competenze, il carisma e la determinazione necessari per guidare una squadra che ogni anno deve affrontare pressioni crescenti, a causa delle aspettative non soddisfatte in termini di trofei.

“Credo che prima di tutto la società debba capire cosa vuol fare da grande, mettendo nel contempo a fuoco gli errori commessi quest'anno. E poi operare di conseguenza, con scelte coerenti, a partire dal quella del ds e dell'allenatore. Valutando ad esempio se Allegri abbia ancora - dopo un passato ricco di innegabili successi - la competenza, il carisma e il veleno giusti per portare avanti una squadra che ogni anno convive con pressioni crescenti visto che non riesce a portare a casa trofei”.

Tacchinardi ha poi aggiunto: "E se la scelta di tenerlo fosse basata solo su motivazioni economiche secondo me sarebbe nociva per tutti. Non credo possa dimettersi, con un contratto così importante e una penalizzazione di mezzo. Piuttosto non escluderei che Allegri possa ricevere chiamate allettanti da squadre di prima fascia, tipo Real o PSG".

LEGGI ANCHE: Ceferin irritato, esige un passo indietro dalla Juventus. Ora la Vecchia Signora rischia grosso

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Gf Vip, Daniele Dal Moro sbotta contro gli Oriele: "Mi create problemi in tutto. Andate a fanc**o"

💬 Commenti