Maurizio Pistocchi, giornalista e noto opinionista, ha commentato il caos Superlega ai microfoni di Radio Marte. Ecco le sue parole, raccolte da AreaNapoli, con riferimenti alla Juve e ad Andrea Agnelli: “Della vecchia SuperLega non è rimasto niente: Agnelli voleva un torneo chiuso ed al quale avrebbero partecipato sempre gli stessi, mentre ora potrebbe diventare una competizione meritocratica e con 64 squadre divise in tre serie. Rimangono, però, vari problemi. In primis sono rimasti solo due club e mezzo, tra quelli fondatori, con la Juventus che aveva dichiarato di uscire dal panel dei fondatori, ma ancora non l'ha fatto: come agirà, adesso?”.

Pistocchi furioso: “Nessuna squadra inglese potrebbe partecipare”

Continua così Pistocchi, spiegando il proprio punto di vista e illustrando i propri dubbi circa la Superleague: "E chi si iscriverebbe a questo torneo, chiaramente osteggiato da FIFA e UEFA? Nessuna squadra inglese, per legge, potrebbe parteciparvi. E quando disputerebbero le eventuali partite, in concomitanza con le coppe europee o i campionati nazionali? E quali sarebbero gli organi giudicanti? E quali gli arbitri? In base a quali criteri verrebbero scelti i partecipanti?".

Maurizio Pistocchi

Maurizio Pistocchi chiosa: “Serve un'organizzazione chiara. Berlusconi…”

Termina così la propria spiegazione il giornalista ex Mediaset, ricordando anche un aneddoto legato a Silvio Berlusconi: “Il calcio non è solo pensare ad un progetto e trovare gli sponsor: serve un'impostazione giuridica chiara. Già Berlusconi pensò ad un campionato europeo per squadre di club, ma fu abolito subito per l'opposizione delle federazioni. Come per la sentenza Bosman, si possono aprire dei contenziosi in grado di mettere fine al calcio come lo conosciamo adesso”. Insomma, il giornalista ha evidenziato quali possono essere i principali problemi legati alla nuova competizione: cosa succederà dunque in futuro?

LEGGI ANCHE: Superlega, Varriale scatenato: "La FIGC ha detto che se aderisci sei fuori: cosa farà la Juve?"

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Superlega, Roma e Inter prime italiane a rinunciare: "Inaccettabile attacco ai campionati"

💬 Commenti