Stefan Radu, terzino rumeno classe 1986, a giugno terminerà la sua carriera da calciatore. Il difensore biancoceleste ha esordito con la maglia della Dinamo Bucarest alla giovane età di 17 anni e dopo quattro stagioni con totale di 79 presenze tra prima e seconda squadra e un gol segnato, si è trasferito nella Lazio. E' iniziato tutto con un prestito nel gennaio del 2008, in pochi si sarebbero aspettati un eventuale riscatto, ma dopo i primi sei mesi il presidente Claudio Lotito ha deciso di confermare il giocatore versando i 4,5 milioni necessari a strappare il cartellino del giovane. Una storia d'amore durata ben 16 stagioni condite da 426 gare complessive e 8 reti totali. In queste sedici stagioni ha raggiunto ottimi traguardi personali che lo legheranno per sempre alla storia del club come il giocatore con più presenze con la maglia biancoceleste e il calciatore con più presenze in Serie A con la maglia della Lazio (328).
Con la Lazio può vantare la conquista di tre Coppe Italia datate 2009, 2013 e 2019 e tre Supercoppe Italiane vinte nel 2009, 2017, e 2019; che si aggiungono ad un Palmares rumeno comprensivo di un campionato, una coppa nazionale e una Supercoppa nel suo paese d'origine.
Domenica sarà la sua ultima gara tra le mura amiche dello stadio Olimpico di Roma contro la Cremonese alle 18:00, una gara dal sapore di addio ma che non separerà il giocatore della società, infatti secondo quanto riporta Il Messaggero la Lazio ha offerto un ruolo nel settore giovanile.

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Sampdoria, Ferrero shock: "Gli interessati si facessero vivi... sbagliato escludere me!"

💬 Commenti